Pubblicato il

Sagra del carciofo, "Noi città di Ladispoli" ringraziano le forze dell'ordine

LADISPOLI – “C’è chi ringrazia e chi con evidenti obiettivi elettorali, con tono tribunizio critica  la gestione della 62° Sagra  del Carciofo denunciando “un’altra opportunità persa dal Sindaco uscente”, e di fatto critica l’operato delle Forze dell’Ordine. Nello specifico Polizia locale, Corpo Forestale, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia stradale che si sono coordinate in una conferenza pre-sagra per garantire legalità e pacifico svolgimento del più importante e tradizionale appuntamento ladispolano. Evento celebrato da oltre 300.000 visitatori e, cifra sbalorditiva, con un consumo di qualcosa come 500mila carciofi romaneschi IGP, immolati sulle tavole, nei ristoranti o negli stands gastronomici” Inizia così l’intervento di “NOI Città per Ladispoli” che ringrazia le fprze dell’ordine che hanno lavorato nel corso della Sagra del Carciofo. “Veniamo al bilancio ufficiale dell’operato dei tutori dell’ordine – dicono da “Noi città per Ladispoli” – Risultano elevati ai venditori abusivi di carciofi ben 18 verbali di violazione alla legge 114, di cui 6 redatti dalla Polizia stradale. Sono stati altresì elevati 22 sequestri ad ignoti e 30 verbali per violazioni amministrative redatti dalla Guardia di Finanza. Qualcuno si è dato alla fuga lasciando la mercanzia, sequestrata, sul posto mentre per quanto riguarda il divieto di vendita di animali – con Ordinanza del Sindaco – l’unico caso è quello di un coniglietto sottratto dalla Forestale  a un mendicante e consegnato a un componente dell’associazione animalisti di Ladispoli. La presenza sospetta di un venditore di pesciolini rossi su Viale Italia angolo Via Livorno in realtà era solo la vendita di vaschette tipo acquario. Inoltre risultano effettuate diverse denunce penali per rissa ad opera della tenenza della G.d.F e dei Carabinieri. Anche la Piazza dei Sapori era sotto sorveglianza  al fine di arginare il fenomeno di persone che in stato di ebbrezza potessero infastidire il pubblico, ma anche al fine di controllare, specialmente nella serate di sabato e domenica, il rispetto dell’Ordinanza Sindacale che vietava dalle ore 21 la vendita di alcolici d’asporto”. “E’ chiaro che in un evento di queste dimensioni sussiste la possibilità che qualche abusivo smaliziato  sfugga dalla rete del controllo – concludono – tenendo presente che molti dei venditori definiti “abusivi  hanno regolare licenza di vendita ambulante o altre tipologie tipo quella definita porta a porta”. “Ovviamente tutto si può migliorare e ben vengano  idee o suggerimenti per rendere la Sagra del Carciofo ancor più godibile, NOI Città per Ladispoli, coalizione di centrosinistra e civico per Paliotta Sindaco, ne siamo consapevoli e dal canto nostro porgiamo un ringraziamento a tutte le Forze dell’Ordine che hanno garantito con senso del dovere e spirito di servizio,  un sereno svolgimento di questa importante data cittadina”

ULTIME NEWS