Pubblicato il

"Marina, subito un patto a nove"

"Marina, subito un patto a nove"

L'appello dell'ex sottosegretario Francesco Giro ai candidati sindaci

CIVITAVECCHIA – Subito un patto a 9 per chiudere i lavori della Marina. Questo l’appello lanciato dall’ex sottosegretario Francesco Giro rivolto ai nove candidati in campo per la corsa a sindaco di Civitavecchia. “Credo sia stato un errore aver strumentalizzato politicamente una ordinanza del Tar su una vicenda così controversa che anche il giudice amministrativo – ha spiegato – considera aperta e tutta da chiarire. E penso sia stato un secondo errore aver colto l’occasione di una conferenza stampa per lanciare accuse verso il più alto dirigente regionale del ministero dei beni culturali che al contrario pochi mesi fa aveva dato una soluzione possibile per uscire dallo stallo. Naturalmente una soluzione rispettosa del codice dei beni culturali e del paesaggio, delle sue prescrizioni e delle sue procedure. Lo stesso sindaco Moscherini ha subito riconosciuto l’errore un anno fa quando dopo il primo blocco amministrativo non fece ricorso al Tar ma una richiesta di accertamento di compatibilità paesaggistica che appunto l’unico modo per sanare un abuso paesaggistico. Allora non comprendo tutto questo suo rancore. Dopo il diniego definitivo alla richiesta di compatibilità paesaggistica da parte soprintendenza penso sia giunto davvero il momento di attuare l’intesa raggiunta a luglio, la sola che abbia i presupposti per ottenere una sanatoria, sgombrando il campo da liti giudiziarie, altrimenti il blocco sarà inevitabile e il danno erariale a carico del comune rilevante e grave. I nove candidati in campo lascino fuori dalla campagna elettorale questa polemica oramai stucchevole e irritante per i civitavecchiesi disgustati dalla sciatteria della politica politicante e trovino un patto per restituire la marina ai cittadini. Sarebbe una prova di buona politica”.
“La proposta di Giro relativa ad un accordo politico fra i candidati a sindaco, fa trasparire tutta la sua malafede in merito a questa vicenda”.  Questo il commento del sindaco Moscherini. “E’ evidente che l’ex Sottosegretario – ha spiegato – ha avanzato questa ridicola proposta solo per cercare di favorire il suo inutile candidato De Marco e restituirgli un po’ d’onore, ormai completamente perso e bruciato con la sua condotta tutt’altro che esemplare e contro l’interesse di Civitavecchia. Ci lasci in pace, l’onorevole Giro, perchè l’unico posto in cui ci rivedremo sarà il Tribunale, in cui si stabilirà quanto egli dovrà pagare per i danni recati alla città, al sottoscritto in qualità di Sindaco e alla Giunta per gli abusi perpretati da un vergognoso esercizio del potere. Unico aspetto positivo della vicenda legata alla Marina è che Giro, con il suo atteggiamento, ci ha fatto dono della sua espulsione dal quadro politico nazionale per prossimi 70 anni”.

 

ULTIME NEWS