Pubblicato il

"Benzinai prigionieri della crisi economica"

CIVITAVECCHIA – Benzinai prigionieri della crisi. A dirlo è il delegato Infrastrutture, Trasporti, Logistica e Mobilità della Confcommercio Tullio Nunzi: «Spesso i benzinai vengono additati come responsabili del caro benzina, mentre invece sono gli stessi ad essere penalizzati. Su circa 2 euro a litro solo 4 centesimi lordi vengono incamerati, indipendentemente dal prezzo di vendita. Quindi il gestore guadagna di più se vende di più, meno cara è la benzina più guadagna». E alle diverse spese a cui devono far fronte, a peggiorare la situazione ci pensa «il nuovo decreto sulle liberalizzazioni che rischia ancor più di  mettere in difficoltà i gestori e i loro ricavi, abbattuti in modo elevato stante il costo della benzina». Situazione che fa prevedere una vera emergenza commercio.

ULTIME NEWS