Pubblicato il

Marzia Marzoli "Per il bene di Tarquinia": "Una vita per i diritti e le pari opportunità"

La lista civica sarà composta dal 50% di donne: "vera parità tra cittadini"

La lista civica sarà composta dal 50% di donne: "vera parità tra cittadini"

 TARQUINIA – L’Onerpo sostiene la candidatura di Marzia Marzoli e delle donne in lista, per un reale obiettivo di realizzazione civica delle pari opportunità e l’impiego del talento femminile. “Marzia Marzoli candidata Sindaco è una garanzia di serietà e passione civile”. ”Cambiamo Tarquinia in 10 mosse” è il programma della Lista Civica Per il Bene di Tarquinia pubblicato in una sintesi sul portale www.perilbeneditarquinia.it. Nel programma trovano spazio temi importanti e valori di riferimento di un impegno  politico e civico che va dall’Economia locale alla tutela dell’Ambiente, prevedendo  un modello di economia fondato sulla valorizzazione e difesa del prodotto locale e sulla lotta all’inquinamento vista come crescita. Tra le iniziative in cantiere, la dearsenificazione delle acque destinate al consumo umano, il monitoraggio delle acque del mare e del fiume Marta,  il monitoraggio autonomo della qualità dell’aria con ricerca delle fonti degli inquinanti e un “Patto con il territorio” per la difesa dei crimini contro l’ambiente. Vengono inoltre proposti un “Osservatorio del territorio” su tutte le richieste di sfruttamento e insediamento di impianti industriali, un sistema di Screening dell’Arsenicosi nei lavoratori a rischio, e la eliminazione degli sprechi: taglio dello staff del sindaco, delle indennità del Sindaco del Vice sindaco e degli assessori per destinarli ad un fondo per l’occupazione giovanile e nel reintegro al lavoro degli over 50, perché sia chiaro il concetto che la politica non è un mestiere ma una vera e propria missione civica. La lista “PerilbenediTarquinia” assicura anche che non si apparenterà con nessuno in un eventuale turno di ballottaggio. “Il Terzo Polo ed il centrodestra – dice Marzia Marzoli –  vadano beati per la loro strada. La lista “Per il bene di Tarquinia” si è sempre dichiarata e continuerà a farlo, distinta e distante dai partiti, di qualsiasi origine essi siano. Pertanto rinviamo al mittente, ossia al cosiddetto Terzo Polo, vero e proprio luogo di riciclaggio del politico tarquiniese in disuso, qualsiasi offerta di apparentamento con qualsiasi aggregazione di centrodestra. Stesso discorso vale per l’altra sponda: se qualcuno pensa che i voti della nostra lista, in un ipotetico secondo turno, vadano all’attuale compagine amministrativa, vuol dire che ha preso un grosso abbaglio. Gli elettori che sceglieranno di votare la lista civica potranno ben dire di aver messo il loro voto al sicuro, che non sarà il solito voto sprecato ad un partito che non mantiene le promesse, che saranno sicuramente rappresentati con la forza della coerenza e della trasparenza, dimostrata da anni di battaglie in nome e per il bene di tutti”

ULTIME NEWS