Pubblicato il

Truffa, indagato un altro operaio di Città Pulita

CIVITAVECCHIA – Settimo indagato nell’ambito dell’inchiesta della procura della Repubblica che ha visto cadere nella rete dei carabinieri una squadra di operai di Città Pulita, la municipalizzata che si occupa della gestione dei rifiuti. Per tutti l’accusa è di truffa. Sei dipendenti della società comunale, infatti, erano stati sorpresi dai militari dell’Arma mentre stavano lavorando in un terreno privato, nei pressi di via delle Molacce, durante l’orario di lavoro e con i mezzi in dotazione dell’azienda.
Da lì il sequestro di due mezzi dell’azienda, un’auto e un furgoncino e sigilli all’ufficio personale di Hcs a Torre Europa, dove sono stati acquisiti nuovi documenti e sequestrati i badge degli operai interessati: tutto questo per cercare di ricostruire nel dettaglio quanto avvenuto e chiarire le diverse responsabilità. E infatti, in queste settimane, le indagini dei carabinieri, coordinati dal sostituto procuratore Lorenzo Del Giudice, sono andate avanti arrivando all’inscrizione nel registro degli indagati di un settimo operaio, che a quanto pare avrebbe disposto i lavori nell’area privata, utilizzando proprio le attrezzature dell’azienda per svolgere le attività. 

ULTIME NEWS