Pubblicato il

Marina: "Nessun parere vincolante da parte della Soprintendenza"

Marina: "Nessun parere vincolante da parte della Soprintendenza"

"È solo un atto meramente soprassessorio. Non si tratta di un parere". Ad intervenire sul caso della Marina ancora una volta il sindaco Moscherini. Si è parlato anche di Imu sulla prima casa: "Chiederò ad Enel e Tirreno Power di provvedere al pagamento della tassa sulla prima casa dei civitavecchiesi". Rilanciata la sfida al candidato del centrosinistra Pietro Tidei: "Si dimetta entro domani da parlamentare"

Nessun parere vincolante ancora da parte della Soprintendenza. A mettere i puntini sulle i ancora una volta, sul caso Marina, è il sindaco Gianni Moscherini: «Quel “parere negativo relativamente alla compatibilità paesaggistica dell’intervento” di cui si parla in questi giorni non è un parere vincolante ma solo un atto meramente soprassessorio – ha spiegato il primo cittadino – tra l’altro già impugnato nel ricorso presentato dal Comune al Tar e vinto da questa amministrazione». Dichiarazioni confermate anche dall’avvocato Federico Dinelli che, insieme all’avvocato Gruner ha seguito il ricorso presentato al Tar.
«C’è inoltre da dire – ha spiegato l’avvocato – che il Tar, con la sua sentenza, ha imposto alla Soprintendenza di esprimere il suo parere entro 15 giorni dalla sentenza. I quindici giorni sono già trascorsi ma il parere non è arrivato. Per questo motivo ci rivolgeremo nuovamente al Tar per chiedere di istituire un commissario ad acta per esprimersi in merito alla questione, qualora la Soprintendenza continui a non adempiere al suo compito».
Intanto il primo cittadino ha anche annunciato che è al vaglio dell’amministrazione uno studio per evitare ai civitavecchiesi possessori di una prima casa di non pagare l’Imu: «Sarà il Comune a farsene carico. Ovviamente stipuleremo un accordo con Enel e Tirreno Power affinché siano loro a pagare la tassa sulla prima casa al posto dei cittadini». E ha aggiunto: «Nell’accordo ribadiremo all’azienda di energia elettrica che se vorrà restare qui a Civitavecchia dovrà garantire lavoro ai civitavecchiesi. Se così non fosse, e continuerà a preferire i brindisini che se ne vada a Brindisi».
Né è mancata da parte del primo cittadino una parentesi rivolta all’avversario di centrosinistra nonché candidato sindaco in vista della tornata elettorale che avrà inizio dopodomani, Pietro Tidei: «L’onorevole, rispondendo su Facebook ad una ragazza, sicuramente già istruita a porre quella domanda, ha detto che si dimetterà dalla carica di deputato una volta eletto sindaco. Ovviamente a Tidei fa comodo mantenere il suo ruolo da parlamentare solo per coprirsi con l’immunità. Ma è ancora in tempo. Tidei può comunicare anche domani stesso le sue dimissioni. A 24 ore prima dal voto. Ma sono sicuro che non ha intenzione di farlo perché sa bene che non sarà eletto sindaco».

ULTIME NEWS