Pubblicato il

Tarquinia, ultime battute per i 7 candidati

AMMINISTRATIVE. Comizi di piazza per la chiusura della campagna elettorale Ma sarà sfida a due. Mazzola: «5 anni per migliorare». Meraviglia: «Un salto verso il futuro»

AMMINISTRATIVE. Comizi di piazza per la chiusura della campagna elettorale Ma sarà sfida a due. Mazzola: «5 anni per migliorare». Meraviglia: «Un salto verso il futuro»

TARQUINIA – Chiusura di campagna elettorale per i candidati sindaco di Tarquinia. I sette aspiranti alla poltrona più alta del palazzo Comunale esprimono le ultime battute e indicazioni prima del voto di domenica e lunedì. Nella città etrusca sono chiamati alle urne 13.926 elettori di cui 6.808 maschi e 7.118 femmine. In città sono allestite 14 sezioni di voto come di consueto presso la scuola elementare Corrado e Mario Nardi. Sedici i seggi a disposizione per gli aspiranti candidati alla carica di consiglieri. Sette i candidati a sindaco, anche se, sembra che la vera partita si giocherà tra il sindaco uscente Mauro Mazzola , centrosinistra, sostenuto da 4 liste (Pd, Mauro Mazzola sindaco, Polo civico e Polo dei Moderati) e Alfio Meraviglia, centrodestra, anche lui sostenuto da 4 liste (Pdl, Udc, Terzo Polo,Mpa e altri). Si presenta da solo il consigliere uscente del Pdl Cristiano Minniti che punta alla carica di sindaco con il sostegno di una lista civica denominata ‘’Minniti sindaco’’ presente anche il grillino Cesare celletti candidato sindaco con la lista ‘‘Movimento 5 stelle’’. Unica donna a correre per la carica di sindaco è Marzia Marzoli candidata con la lista ‘‘Per il Bene di Tarquinia’’. Ernesto Cesarini, che raccoglie l’eredità di Sel edi molti ambientalisti, punta alla guida del paese con la lista civica ‘‘Spazio Aperto’’. Infine, in corsa, anche Marco Calisti sostenuto da due liste: ‘‘Terra Nostra e Fiamma Tricolore’’. Ultime battute per i candidati sindaco che tra ieri e oggi chiudono al campagna elettorale. In particolare tengono ancora banco le dichiarazioni di Mazzola e Meraviglia. Il sindaco Mazzola, in corsa per il secondo mandato, ricorda le numerose opere realizzate e annuncia, tra tagli del nastro e avvio di lavori (come per la zona industriale e la piscina comunale), gli obiettivi per i prossimi 5 anni. «Cinque anni – dice – per migliorare». Attenzione alla valorizzazione dei siti archeologici e del centro storico, sviluppo urbanistico e infrastrutture, ma anche di Lido e ambiente.  Alfio Meraviglia parla invece di ‘‘grande salto nel futuro per Tarquinia’’ e di 18mila buone ragioni per cambiare ricordando i «18.000.000 di euro spesi dall’amministrazione Mazzola in rifacimenti, giardini e fioriere, marciapiedi e zero posti di lavoro». «Noi proponiamo – dice Alfio Meraviglia – un nuovo modo di vedere la politica, un nuovo sistema di sviluppo che interagisca con tutti i cittadini e li faccia sentire rappresentati dalle istituzioni anche se democraticamente avranno dato appoggio ad altri candidati. Abbiamo illustrato i nostri progetti, cercando di generare quel Salto che possa sospingere Tarquinia nel futuro ed in Europa. Sviluppo, Agricoltura, Lido, Turismo e Occupazione saranno i punti cardine del nostro agire».

ULTIME NEWS