Pubblicato il

Via al processo per l'ispettore della Asl

CIVITAVECCHIA – Ha preso il via questa mattina il processo a carico di Franco Battilocchio, l’ispettore della Asl RmF arrestato a febbraio con l’accusa di concussione. Per lui, infatti, il sostituto procuratore Edmondo de Gregorio aveva chiesto il giudizio immediato, concesso poi dal Tribunale. Una prima udienza piuttosto interlocutoria, quella di oggi, nel corso della quale il giudice ha disposto una perizia e, su richiesta di pm e difesa, l’acquisizione di tutte le trascrizioni delle intercettazioni telefoniche ed ambientali, rinviando poi l’udienza ad ottobre. Il pm aveva chiesto il giudizio immediato – rito speciale caratterizzato dalla mancanza dell’udienza preliminare – certo di aver acquisito ormai tutti gli elementi sufficienti; inoltre, molto probabilmente, ad influire sulla decisione della Procura anche il silenzio di Battilocchio che, più volte davanti al giudice, si è sempre avvalso della facoltà di non rispondere. L’uomo, che si trova agli arresti domiciliari dopo che il pm Edmondo De Gregorio ha accolto la richiesta degli avvocati Gaetano Martellucci e Monica Paglialunga, è stato arrestato dalla Polizia di Frontiera in flagranza di reato, a seguito di una capillare indagine; l’ispettore della Asl, incaricato del controllo sulla sicurezza nei cantieri, è stato sorpreso mentre stava per intascare una mazzetta di circa 1000 euro da un rappresentante della Privilege Yard. A quanto pare, secondo la tesi dell’accusa, Battilocchio avrebbe chiesto denaro per chiudere un occhio su irregolarità in merito alla sicurezza nei cantieri.

ULTIME NEWS