Pubblicato il

Taxi assenti o troppo cari, crocieristi infuriati

CIVITAVECCHIA – Taxi completamente assenti in città». Questa la denuncia, ripetuta più e più volte questa mattina al box informazioni di viale Garibaldi. Tassisti che non rispondono al telefono o, quando lo fanno, sparano prezzi esagerati, come accaduto stamattina: 1km e mezzo per 25 euro, senza neanche azionare il tassametro. Una situazione che va regolamentata e sulla quale, dal momento del suo insediamento, sta lavorando l’assessore ai Trasporti Sergio Serpente. «Un problema – ha spiegato – che si è acuito negli ultimi anni da quando, con la crisi, i crocieristi partecipano sempre meno alle escursioni proposte dalle navi e si riversano in città. L’ultimo regolamento taxi risale al 1998. Stiamo dialogando con le parti interessate per trovare soluzioni concrete: abbiamo già svolto diversi incontri, anche con Capitaneria di Porto ed Authority, per regolamentare, ad esempio, l’accesso nello scalo e risolvere la questione degli stalli dedicati. Siamo a buon punto e speriamo di trovare a breve la soluzione adeguata, garantendo allo stesso tempo la salvaguardia dell’occupazione e le giuste risposte che si debbono dare all’utenza».

ULTIME NEWS