Pubblicato il

Battilocchio esprime perplessità riguardo alla creazione dell'area metropolitana

TOLFA – L’ex sindaco di Tolfa Alessandro Battilocchio impegnato oggi nell’Ipalmo interviene in merito ad alcuni punti della ”spending review” del Governo Monti, in particolare su alcuni articoli relativi all’attuazione della legge 142 del 90 in materia di istituzione riguardante la crezione, entro il 2014, di dieci aree metropolitane e Roma ovviamente sarà una di queste.

“Per arrivare a ciò occorre un processo accelerato vista la contingenza elettorale che vedrà scadere il prossimo marzo il mandato sia dell’amministrazione capitolina di Alemanno che di quella provinciale di Zingaretti. Se è condivisibile, ed anzi forse anche troppo timido, il proposito di andare verso l’abolizione delle Province e verso una più generale razionalizzazione della spesa che riguarda lo Stato (65.000 enti pubblici sono un fardello insopportabile) – spiega Battilocchio – vorrei invitare tutti i soggetti coinvolti, in primis quelli con responsabilità istituzionali, a seguire con attenzione l’iter che porterà alla nascita della nostra area metropolitana. Le prossime settimane, dopo oltre un ventennio di stasi, possono davvero essere decisive”. Secondo Battilocchio: “Non sfugge a nessuno il rischio che nel ”mare magnum” della Capitale possa venir risucchiata e fortemente lesa l’autonomia decisionale e gestionale dei territori della Provincia di Roma. E’ evidente il pericolo, leggendo gli articoli 17-19 della 142/90, in particolare quelli relativi a ruolo e funzione della città metropolitana, che si rischia di escludere totalmente il territorio da scelte e decisioni su temi nodali:dalla pianificazione territoriale ai temi ambientali. Ai Comuni della Provincia, che rischiano di vedersi trasformati in comitati di quartiere, resteranno secondo la legge ”Le funzioni non espressamente riconosciute all’area metropolitana”.

Per tali motivi Alessandro Battilocchio si unisce alle ”Perplessità espresse anche dal sindaco di Civitavecchia, Pietro Tidei sulle modalità previste per la scelta del sindaco dell’Area Metropolitana”. Battilocchio poi chiude il suo intervento spiegando che: “Il mio auspicio è che si apra quanto prima un dibattito sulla questione, senza dimenticare che in più occasioni negli ultimi decenni, anche per  ragioni strettamente demografiche (l’intero nostro comprensorio conta meno abitanti di un municipio romano), da parte delle istituzioni sovra comunali hanno prevalso decisamente logiche romano-centriche che non ci tranquillizzano. Il dibattito deve essere aperto, trasversale e del tutto libero da pregiudizi di parte. Spero che l’attenzione in questa fase sia davvero massima”. (Rom. Mos.)

ULTIME NEWS