Pubblicato il

POLO DI CENTRODESTRA: «Affitti pubblici, i risparmi del Governo li pagano i tarquiniesi»

TARQUINIA – «I risparmi del Governo Monti li pagano i cittadini tarquiniesi”, Parola della lista civica Polo di centrodestra. «Il 6 luglio scorso – dicono dalla lista civica – è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, il decreto legge n.95 “Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini”. All’art. 3 è trattata la razionalizzazione del patrimonio pubblico e la riduzione dei costi per le locazioni passive. Oltre a bloccare fino al 2014 l’aggiornamento degli indici Istat per i canoni dovuti dalle amministrazioni pubbliche per l’utilizzo in locazione passiva di immobili per finalità istituzionali, il decreto prevede che “le Regioni e gli enti locali concedono alle amministrazioni dello Stato, per le finalità istituzionali di queste ultime, l’uso gratuito di immobili di loro proprietà». «Nel totale silenzio dei partiti – dicono dal Polo di centrodestra – per contenere le spese, il Governo Monti ha trovato il modo per non pagare gli affitti dei locali concessi allo Stato dalle amministrazioni locali» Questo provvedimento, se da una parte contiene le spese statali, scarica questi “risparmi” direttamente sui cittadini”. “Ad esempio – proseguono – a Tarquinia il commissariato della polizia di stato è ospitato in locali di proprietà del Comune e la caserma dei carabinieri è situata in un palazzo dell’Università Agraria. Fermo restando l’importante e irrinunciabile opera delle forze di polizia, se il decreto legge sarà confermato dal parlamento, priverà i bilanci degli enti pubblici di importanti risorse, che spesso servono a malapena a coprire le spese delle manutenzioni straordinarie. Infatti, trattandosi di edifici antichi, essi abbisognano di continui interventi. Oltre al danno di non ricevere più l’affitto dallo Stato, si aggiungerà la beffa per i cittadini tarquiniesi di dover pagare altre tasse  per coprire gli interventi di manutenzione. La stessa situazione – concludono gli esponenti del Polo di Centrodestra – la ritroviamo in molte città e paesi del viterbese, dove immobili di proprietà dei comuni o della provincia (esempio caserma dei carabinieri di viterbo centro) sono utilizzati dallo Stato per i fini istituzionali” (a.r.)

ULTIME NEWS