Pubblicato il

Esperienza positiva per i bimbi Saharawi alla Camera

 

TOLFA – “La Camera dei Deputati saluta con affetto i bambini saharawi provenienti dai campi del Sahara Occidentale, ospiti in questo periodo del Comune di Tolfa”. E’ con queste parole che la Vice Presidente della Camera, Rosy Bindi (Pd) ha dato il benvenuto ufficiale martedì ai dieci “piccoli ambasciatori di pace” che sono ospiti della giunta Landi di Tolfa. I bambini, accompagnati dal sindaco Landi, dall’ex sindaco Battilocchio, dall’assessore Dionisi e dalle delegate Cedrani, Adriani, Virgili e Tagliani, nonchè dalla referente dell’Unicef Pina Tarantino, hanno poi assistito alla seduta pomeridiana in Parlamento.

Questi bambini hanno quindi potuto vivere un’esperienza straordinaria e politicamente importante per i minori saharawi, accompagnati per l’occasione dal loro rappresentante diplomatico in Italia, Omar Mih. L’iniziativa è stata resa possibile grazie all’interessamento dell’On.Stefania Craxi, Presidente dei Riformisti Italiani e membro della Commissione Esteri del Parlamento Italiano, che ha rivolto formale invito alla delegazione straniera, anche per sottolineare la vicinanza alla loro causa.

I bambini hanno anche incontrato le parlamentari Carmen Motta (Pd) e Giorgia Meloni (Pdl), particolarmente attive nel sostenere le ragioni di questo popolo nel corso degli anni.  I bambini, dopo aver ricevuto un applauso caloroso e bipartisan dell’Aula, hanno ascoltato presso la tribuna ospiti una parte dei lavori paramentari. Particolarmente significativo il momento in cui uno dei piccoli ospiti, Salek, dodici anni, ha ringraziato l’Italia per l’ospitalità, l’amicizia ed il sostegno ed ha donato a Stefania Craxi la bandiera nazionale saharawi, invitandola a visitare i campi profughi del Sahara Occidentale.

“Vedere l’Aula in piedi salutare i bambini saharawi è un gesto davvero importante per noi,mai accaduto prima”, ha dichiarato il rappresentate diplomatico saharawi, Omar Mih. Soddisfatto anche Battilocchio: “L’obiettivo principale del soggiorno in Italia dei 450 bambini saharawi assieme a cure ed accertamenti medici specialistici, è quello di far conoscere la loro vicenda: oggi , in tal senso,abbiamo vissuto veramente una giornata da ricordare a lungo, che si inserisce nel percorso di solidarietà a favore di questo popolo in lotta per la propria terra e per la propria dignità”. (Rom. Mos.)

ULTIME NEWS