Pubblicato il

Sindaci, salvo il pronto soccorso di via Aurelia

Sindaci, salvo il pronto soccorso di via Aurelia

LADISPOLI – “È finalmente scongiurata la chiusura del pronto soccorso di via Aurelia”. Ad annunciarlo sono il sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci e quello di Ladispoli Crescenzo Paliotta in una nota congiunta. “Abbiamo corso il grave rischio che l’unico punto di primo intervento del nostro territorio venisse chiuso o che fosse drasticamente ridotto il servizio erogato nelle ore notturne – dicono i due primi cittadini – Oggi, grazie all’impegno del direttore generale della Asl-Rmf Salvatore Squarcione e dell’assessore al Bilancio della Regione Lazio Stefano Cetica, l’Ente regionale ha autorizzato l’investimento di nuovi fondi per l’assunzione di personale così da garantire tutte le prestazioni fino ad oggi erogate”. La collaborazione dei sindaci di Cerveteri e Ladispoli ha evidenziato l’importanza vitale del centro sanitario all’interno di un territorio che normalmente supera gli 80 mila residenti e che nella stagione estiva triplica questo dato. “E’ stato raggiunto un obiettivo minimo ma questo non è che un inizio – aggiungono i due primi cittadini -Dobbiamo continuare a lavorare per ottenere un potenziamento ed una maggiore efficienza del servizio sanitario nel territorio, non solo difendendo i centri di primo soccorso, ma soprattutto chiedendo l’implementazione dei servizi specialistici presso le strutture di Bracciano, Civitavecchia e Palidoro. Ormai il territorio dell’Etruria meridionale rappresenta un’unica area metropolitana che non può più essere trattata come una periferia. La sanità, così come la gestione dei rifiuti, sono punti su cui i Comuni di Cerveteri e di Ladispoli vogliono parlare con voce univoca nei confronti della Regione Lazio e degli altri Enti. Proprio in un momento in cui i tagli trasversali del Governo e i vincoli imposti dal Patto di stabilità strangolano le amministrazioni locali,  è fondamentale tenere alta la guardia”. “Già da alcune settimane – conclude la nota – i due Delegati alla Sanità del Comune di Cerveteri, Paolo Bordoni e di Ladispoli, Amico Gandini, stanno lavorando a pieno ritmo per fare una ricognizione delle esigenze e delle problematiche maggiormente espresse dalla popolazione. L’obiettivo è quello di giungere il prossimo settembre alla Conferenza dei Sindaci del Distretto sanitario RMF con un Piano programmatico integrato”. (a.r.)

ULTIME NEWS