Pubblicato il

Il Civitavecchia in Festival potrebbe tornare a casa

Il “Civitavecchia in Festival” di La Pegna Produzioni potrebbe iniziare a giorni. Il Tribunale di via dell’Immacolata dovrà decidere d’urgenza sul ricorso presentato dai legali di Armando Napolitano La Pegna a seguito della revoca dell’incarico da parte dell’amministrazione Comunale di organizzare gli spettacoli del cartellone estivo di Civitavecchia. Ricorso che il produttore ha presentato lo scorso 25 luglio e nel quale cita sia l’Enel (sponsor dell’evento) che l’amministrazione comunale. Già il 27 luglio il presidente di sezione Bruno Arzolini ha firmato un atto monocratico in cui accetta l’applicazione dell’art. 700 del codice di procedura civile, ovvero riconoscendo il carattere d’urgenza di questo caso. Il presidente inizialmente nomina la dott.sa Mangiante come giudice per l’udienza, disponibile non prima del 20 agosto, ma poi conferisce l’incarico, stabilita l’urgenza del caso, alla dott.sa Ciani che accetta il caso e fissa la prima udienza il 1 agosto. Ieri infatti erano presenti sia gli avvocati di La Pegna , che quelli del Comune che dell’Enel nonché i testimoni a favore del produttore che il giudice non ha voluto ascoltare, perché sufficienti le carte presentate tra cui la brochure già pronta del Civitavecchia in festival 2012. “ Già il fatto che Tribunale non abbia rigettato la richiesta d’urgenza del caso per me rappresenta una grande soddisfazione – afferma Armando Napolitano La Pegna – Entro questa settimana avrò sicuramente una risposta al mio ricorso. Quello che voglio è fare il mio Festival. Non voglio il risarcimento danni, chiedo solo di poter portare avanti quel progetto che realizzo da anni con successo a Civitavecchia e chiedo che l’Enel mi garantisca i fondi che mi aveva assicurato sin dallo scorso novembre 2011 e poi confermato a marzo 2012 per l’organizzazione degli eventi di questa estate. Sono pronto a far partire gli spettacoli dal 16 agosto ma sia Piazza degli Eventi che Porta Livorno mi sono state negate. Va bene qualsiasi location, pure lo spazio del Tribunale…”. A questo punto la decisione del giudice potrebbe determinare una situazione clamorosa: se oggi o nei prossimi giorni si dovesse avere una sentenza favorevole, Civitavecchia potrà vantare per la prima volta un’estate all’insegna di due diversi Festival, finanziati da Enel ma a favore dei cittadini che rimarranno in città, oppure sia Enel che il Comune potrebbero dover pagare un risarcimento danni alla società organizzatrice dell’evento.

ULTIME NEWS