Pubblicato il

Crociata blu, lavoratori verso il riassorbimento

Sospeso il presidio delle sei lavoratrici dipendenti della ‘‘Crociata Blu onlus’’. La decisione è stata presa dopo l’incontro che si è svolto ieri tra l’assessore alle Politiche per il lavoro Sergio Serpente, il delegato ai rapporti con Enel, Mauro Guerrini, i rappresentanti di Enel, la ditta SMA (aggiudicataria dell’appalto) e le organizzazioni sindacali territoriali, confederali e delle categorie interessate.
Insieme, le parti, hanno sottoscritto un ‘‘avviso comune’’ con il quale «si impegnano a definire un protocollo che vincoli, tutte le realtà industriali e produttive del territorio, a effettuare gare per rinnovi di appalti superando la logica del ‘‘massimo ribasso’’ e prevedendo rigide ‘‘clausole di salvaguardia’’ per l’occupazione in essere e la mano d’opera locale». Accordo che prevede un incontro tra le parti entro e non oltre il 3 settembre.
«Dall’andamento della riunione – spiegano i sindacati – si è registrata una disponibilità di tutte le parti a operare sinergicamente per la positiva soluzione della vertenza. Enel – aggiungono – si è inoltre impeganta, in ragione del mancato pagamento degli stipendi negli ultimi mesi, ad attuare tutte le azioni previste dai contratti e dalle leggi, nei confronti dell’impresa uscente per garantire che tutti gli adempimenti contributivi, previdenziali e salariali, dovuti alle lavoratrici, siano correttamente corrisposti». E i sindacati ringraziano anche «le sei lavoratrici che, dando prova di coraggio e determinazione, hanno dato un importante contributo non solo per la soluzione della specifica vertenza, ma anche, ad attualizzare un tema, generale e complessivo, come quello della salvaguardia dell’occupazione in essere e della manodopera locale in tutti gli appalti». Soddisfatto dell’esito dell’incontro anche il delegato ai rapporti con Enel Mauro Guerrini.

ULTIME NEWS