Pubblicato il

Sfiorati i 38 gradi: il caldo non molla Civitavecchia

‘‘Brucia la città’’. Mai titolo di canzone, in questo caso quella di Irene Grandi, fu più azzeccato per descrivere la situazione che si trova a vivere la città. Civitavecchiesi compresi nel prezzo.
Temperature bollenti ieri, quando il termometro, anche secondo i dati forniti dal Ministero della Salute, hanno sfiorato i 38 gradi. E la situazione non sembra migliorare nemmeno oggi.
Permane infatti il livello 3 di allerta con temperature percepite che potrebbero arrivare fino a 39°. E dal Ministero si raccomandano di evitare l’esposizione diretta al sole nelle ore più calde della giornata (tra le 11 e le 18), evitare le zone particolarmente trafficate, ma anche i parchi e le aree verdi, dove si registrano alti valori di ozono, in particolare per bambini molto piccoli, gli anziani, le persone con asma e altre malattie respiratorie, le persone non autosufficienti. Evitare l’attività fisica intensa all’aria aperta durante gli orari più caldi della giornata. È invece consigliato di trascorrere le ore più calde della giornata nella stanza più fresca della casa, bagnandosi spesso con acqua fresca, usare correttamente il condizionatore. Trascorrere alcune ore in un luogo pubblico climatizzato, in particolar modo nelle ore più calde della giornata, indossare indumenti chiari, leggeri in fibre naturali (cotone, lino), ripararsi la testa con un cappello leggero di colore chiaro e usare occhiali da sole. Proteggere la pelle dalle scottature con creme solari con alto fattore protettivo. Bere liquidi, moderando l’assunzione di bevande gassate o zuccherate, tè e caffè. Evitare, inoltre, bevande troppo fredde e bevande alcoliche. Inoltre, se l’auto non è climatizzata evitare di mettersi in viaggio nelle ore più calde della giornata (dalle 11 alle 18). E non dimenticare di portare con sé sufficienti scorte di acqua in caso di code o file impreviste.

ULTIME NEWS