Pubblicato il

Acea: "Nessun furto d'acqua"

L'azienda replica alle accuse del sindaco Tidei 

L'azienda replica alle accuse del sindaco Tidei 

CIVITAVECCHIA – “Si apprende dagli organi di stampa che il Sindaco di Civitavecchia Tidei ha disposto l’invio alla Procura degli atti sulla presa d’acqua, presunta abusiva, scoperta da HCS verso il Comune di S.Marinella. La soppressione del collegamento non consente più di alimentare con regolarità la zona del Comune di S.Marinella compresa tra via Elcetina e via della Selciata, zona che attualmente viene rifornita esclusivamente a mezzo di autobotti. Acea Ato2 evidenzia che la derivazione dall’Acquedotto del Mignone (ex Consorzio Nuovo Mignone), condotta parallela ed adiacente all’Acquedotto dell’Oriolo, figura negli atti del 2006 relativi al verbale di acquisizione al Servizio Idrico Integrato dell’ATO2 degli impianti del Comune di S.Marinella, quale alimentazione idrica esistente ad un serbatoio comunale”. Così Acea in una nota.
“Acea Ato2 fa presente che in data 6 agosto scorso, facendo seguito a primi contatti con tecnici di HCS, ha inviato una nota alla stessa Società HCS, al Comune di S.Marinella, al Comune di Civitavecchia ed alla Segreteria Tecnica dell’ATO2 fornendo immediati chiarimenti e richiedendo un incontro con gli Enti in indirizzo – continua la nota – Acea Ato2 respinge fermamente ogni addebito e si riserva, qualora la notizia fosse confermata, di adire le vie legali a tutela dell’immagine della Società ed a ristoro di eventuali danni di immagine derivanti da dichiarazioni prive di fondamento da parte di soggetti che interpretano in maniera distorta le funzioni del Gestore del servizio idrico integrato e la gestione del bene acqua nell’interesse dei cittadini/utenti. Bene, quest’ultimo, di proprietà demaniale statale la cui gestione è regolata dalla legge e attualmente di competenza dell’Autorità di Ambito e cioè del consorzio dei comuni della provincia di Roma”.

ULTIME NEWS