Pubblicato il

Viaggiava sotto falso nome, arrestato latitante

Ad attenderlo ieri al porto di Civitavecchia gli uomini della Squadra mobile di Roma e di Civitavecchia. Le accuse nei suoi confronti sono associazione a delinquere di stampo mafioso e traffico di sostanze stupefacenti

Ad attenderlo ieri al porto di Civitavecchia gli uomini della Squadra mobile di Roma e di Civitavecchia. Le accuse nei suoi confronti sono associazione a delinquere di stampo mafioso e traffico di sostanze stupefacenti

Lo hanno atteso allo scalo portuale e lo hanno tratto in arresto per associazione a delinquere di stampo mafioso e traffico di sostanze stupefacenti. Protagonista Luigi Esposito, alias “Nacchella”, destinatario di un ordine di esecuzione emesso dalla Procura Generale presso la Corte d’appello di Napoli. Ad attenderlo ieri sera gli agenti della Squadra Mobile di Roma e di Civitavecchia. L’uomo, latitante dal 2011, stava viaggiando sotto falsa identità a bordo di una nave proveniente dalla Sardegna, in compagnia dela moglie e del figlio. Ad aspettarlo all’interno del porto di Civitavecchia i poliziotti diretti da Renato Cortese che grazie alla collaborazione della Polizia di frontiera lo hanno individuato e arrestato. Arresto che, come spiegato dalle Forze dell’ordine è arrivato al termine di una lunga attività di indagine durata diversi mesi. Numerosi sono stati infatti i controlli incrociati nelle banche dati delle Forze dell’ordine e i riscontri con i passeggeri imbarcati sulla nave che alla fine hanno consentito di individuare il latitante.

ULTIME NEWS