Pubblicato il

Conto alla rovescia per il decreto sulle concessioni balneari

Maurelli: «Tra circa un mese il varo da parte del Governo»

Maurelli: «Tra circa un mese il varo da parte del Governo»

S. MARINELLA – Il direttore generale di FederBalneari Italia Marco Maurelli si dice certo che, al massimo tra un mese, il Governo varerà il Decreto Legislativo per regolare la disciplina delle concessioni balneari, nel rispetto della direttiva Bolkestein. Lo aveva già preannunciato ad inizio agosto Renato Papagni, presidente di Federbalneari, alla vigilia dello ‘‘sciopero dell’ombrellone’’ al quale la Federazione Nazionale non aveva aderito, in attesa della risposta del Governo. A confermare la notizia è lo stesso Ministro del Turismo Piero Gnudi che, in una giornata di mezza estate, torna sullo sciopero dell’ombrellone, sul turismo e sul caso dei balneari italiani. «Sono certo che troveremo il giusto modo per garantire una soluzione, però – avverte il Ministro – dovrà essere concertata anche con altri Ministeri. Tra un mese o al massimo un mese e mezzo il Governo varerà un decreto legislativo per regolare le concessioni balneari in quanto il turismo rappresenta il 30% del giro d’affari totale e certamente non vogliamo penalizzarlo. Il Governo intende lanciare a settembre una nuova campagna denominata ‘‘L’Italia siamo noi’’ per sensibilizzare i cittadini a una maggiore accoglienza nei confronti dei turisti. Ogni italiano si deve rendere conto che quando ha a che fare con un turista rappresenta il Paese – conclude  Gnudi – oggi con i social network se un turista è stato trattato male in un ristorante o in un negozio lo fa sapere in pochi secondi e questo genere di pregiudizio è difficile da togliersi di dosso». «Siamo certi che il Governo Monti attiverà già a settembre quelle misure necessarie e condivise con il settore balneare italiano che la nostra federazione ha già sottoposto qualche mese fa all’attenzione del Ministro del Turismo e Affari Regionali Gnudi, evitando la ‘‘piazza’’ – commenta Maurelli – non possiamo più permetterci distrazioni. La nostra forza è rappresentata dal dialogo con il Governo. Accogliamo con soddisfazione l’idea che il Ministro metterà presto in campo per sensibilizzare i cittadini sull’importanza dell’accoglienza».

ULTIME NEWS