Pubblicato il

Parte dal porto la protesta dei lavoratori sardi

Parte dal porto la protesta dei lavoratori sardi

In città gli operai dell'Alcoa e i minatori della Carbonsulcis. Accolti dall'assessore Serpente. Solidarietà del presidente del consiglio Piendibene

CIVITAVECCHIA – La protesta dei lavoratori sardi ha fatto tappa questa mattina a Civitavecchia, al porto, dove un gruppo di 56 dipendenti dell’Alcoa del Sulcis ed una rappresentanza di minatori della Carbonsulcis è sbarcata dal traghetto partito ieri sera da Cagliari. Alla banchina 20 dello scalo, nei pressi delle Autostrade del Mare, forze dell’ordine a tenere sotto controllo la situazione. Sono stati fatti sbarcare prima i passeggeri e le auto, poi per ultimi gli operai sardi. Direzione Roma, per portare la propria protesta nelle sedi Istituzionali. La meta è infatti il ministero dello Sviluppo economico dove domani sono in agenda sia una riunione sulla vertenza Alcoa sia un incontro con le istituzioni locali sarde per discutere del piano per lo sviluppo del Sulcis. Dal porto i lavoratori si sono mossi in corteo fino a raggiungere largo Marco Galli dove ad attendere i lavoratori c’era un autobus che li ha poi portati a Roma. Gli operai, ma anche gli 11 Sindaci del Sulcis ed i Parlamentari sardi presenti a Civitavecchia per esprimere solidarietà ai dipendenti Alcoa, sono stati accolti anche dall’assessore alla mobilità Sergio Serpente. Solidarietà anche da parte del presidente del consiglio comunale Marco Piendibene e di tutto il consiglio. “Mi sento profondamente vicino, e con me tutto il Consiglio Comunale, ai minatori del Sulcis impegnati in una durissima lotta per la salvaguardia del loro posto di lavoro per scongiurare la chiusura delle miniere carbonifere – ha dichiarato Marco Piendibene – Comprendiamo tutti le loro ansie e le loro angosce, specie per le loro famiglie. In una situazione di profonda crisi come quella che tutti stiamo attraversando, siamo consci che la difesa ed il diritto al lavoro vanno ben al di là del colore o della parte politica, per questo a nome mio e di tutto il Consiglio comunale esprimo piena solidarietà ai lavoratori del Sulcis”.

ULTIME NEWS