Pubblicato il

Ceneri a Tvn, rimossi i cumuli

Ceneri a Tvn, rimossi i cumuli

Al vaglio della Procura foto e documenti. Enel difende il proprio operato

CIVITAVECCHIA – Sembra ridimensionarsi la vicenda dei cumuli di cenere a Tvn, «stoccati – come denunciato dal delegato alla Salute Flavio Magliani – a cielo aperto all’interno della centrale, dopo il terzo gruppo, prima dell’impianto di trattamento del carbone». La Procura della Repubblica ha aperto un fascicolo per verificare la questione, pur senza aver ricevuto direttamente la denuncia del Pincio. Domenica mattina l’ispezione del Nucleo Ambientale coordinato direttamente dal procuratore capo Gianfranco Amendola. La cenere, un cumulo unico che secondo Enel non avrebbe mai superato i due metri di altezza, era già stato rimosso; anzi, a quanto pare, prima era già stato anche coperto per evitare qualsiasi problema. «Si trattava di un deposito temporaneo di ceneri pesanti – hanno infatti spiegato dalla azienda elettrica – utilizzato solo per alcune ore a seguito di un problema tecnico dell’impianto. Cenere pesante, di grossa granulometria, che non poteva assolutamente disperdersi nell’ambiente con il vento. Il deposito è stato comunque continuamente tenuto sotto controllo». La Procura sta quindi visionando le fotografie e tutta la documentazione che può risultare utile a ricostruire quanto accaduto, chiedendo l’ausilio anche dell’Ispra, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, per verificare se via siano stati o meno danni per la salute, come denunciato dallo stesso Magliani, dovuti alla dispersione di polveri nell’aria.

ULTIME NEWS