Pubblicato il

Ncc, tolleranza zero a Fiumicino

FIUMICINO – Tolleranza zero nei confronti degli Ncc.
A Fiumicino la Polizia di Frontiera ha avviato all’aeroporto una task-force mirata a contrastare e reprimere il fenomeno legato alla presenza di Noleggiatori con conducente che esercitano l’attività in modo irregolare e dei conducenti abusivi. Risultato: oltre 200 i verbali stilati.
Dalla città portuale a quella aeroportuale infatti la storia sembra essere proprio la stessa. Proprio lì, nei punti di maggiore insistenza di passeggeri, viaggiatori, turisti, croceristi, i tassisti e i noleggiatori con condunte si proliferano all’inverosimile. Grazie anche e soprattutto ad una attività legata spesso alla parola di irregolare. Non pagano cioè le tasse dovute.
E così accanto agli ignari e poveri regolari che spesso faticano ad arrivare a fine mese, addirittura a fine giornata, a causa dell’assenza di clienti da ‘‘spennare’’, ci sono loro. Gli abusivi che grazie a un listino prezzi molto più modico riescono ad accalappiare quanti dal punto di attracco (a Civitavecchia) e di atterraggio (a Fiumicino) non vedono solo l’ora di raggiungere la Capitale. Meta di milioni di turisti. Soprattutto in estate. Periodo di vacanze.
Una furbizia questa a cui la Polizia di Frontiera dell’Aeroporto ha deciso di porre fine.
Ed ecco lo schieramento di forze per combattere il male. Sono oltre 100 gli uomini addetti alla sicurezza dello scalo romano, diretti dal Direttore della V Zona, Antonio Del Greco, che alternandosi con dei veri e propri pattuglioni predisposti nei Terminal, in questi giorni hanno elevato 100 verbali di contestazioni per varie violazioni alle Ordinanze aeroportuali e al Codice della navigazione. Sono invece 120 i verbali di contestazioni per violazioni al Codice della Strada.
Ma ad essere sorvegliati speciali non sono solo gli scali da cui i viaggiatori partono e arrivano e dove il panorama è sempre lo stesso. Colonne di auto scure e gialle che si susseguono e avvicendano, prelevano i soggetti carichi di valige di ogni dimensione, colore e peso e li portano via. Alla volta della Capitale.
Ad essere un sorvegliato speciale è anche l’intero anello viario aeroportuale.
Ed è proprio qui che nei giorni scorsi gli investigatori, coordinati dal Primo dirigente, Rosario Testaiuti, dopo una serie di appostamenti e posti di blocco lungo l’anello viario aeroportuale sono riusciti a stilare 17 verbali.
Nel corso dell’anno la stessa task force presso lo scalo romano aveva portato all’elevazione di 136 verbali per violazioni al Codice della Strada, ritirato 16 patenti e 84 carte di circolazione, sequestrato 10 veicoli, sottoposto a fermo amministrativo 36 auto, ritirato 2 licenze agli Ncc e altrettanto ai tassisti, denunciato 7 persone, in stato di libertà per l’inosservanza del fermo amministrativo.
Infine sono 243 i verbali compilati per violazioni alle Ordinanze aeroportuali che regolano le attività svolte in aeroporto dagli Ncc e dai tassisti, per un totale di sanzioni amministrative pari a 357.918 euro.
Segno questo che quando c’è l’impegno, la lotta all’abusivismo è possibile. Una lotta necessaria, soprattutto in tempi di crisi economica come questi, per la tutela di chi invece lavora onestamente e paga le tasse.

ULTIME NEWS