Pubblicato il

Spuntano nuovi rilevatori di velocità, caos tra i civitavecchiesi

Spuntano nuovi rilevatori di velocità, caos tra i civitavecchiesi

di MARTINA DE ANGELIS

CIVITAVECCHIA – Svelato l’arcano degli apparecchi arancioni posizionati, da oggi, in alcune zone di Civitavecchia. A quanto pare non si tratterebbe di autovelox, ma sono semplicissimi rilevatori di velocità al fine di un’indagine statistica. Così almeno dichiarano dal comando della polizia municipale: “Sono stati installati da una ditta – ha dichiarato il comandante della Municipale Remo Fontana – che li ha dati in prova al comune di Civitavecchia. I risultati dello studio sul traffico e la viabilità verranno resi pubblici il 13 e il 14 settembre – ha aggiunto – durante il Forum della Polizia Locale”. Ma già qualche dato si ha, e si è notato che in particolari zone, considerate più trafficate, ci sia una velocità veicolare superiore ai limiti stabiliti dalla segnaletica stradale, in particolare la notte. Ma gli strumenti della ditta Globex srl, possono anche ospitare all’interno della propria cabina arancione un vero e proprio autovelox, anche se principalmente sono dei dissuasori, ovvero agiscono da deterrenti per far in modo che il conducente non superi il limite di velocità. L’assessore alla Mobilità e alla Viabilità Urbana Sergio Serpente, ha dichiarato che lunedì 10 settembre, insieme al sindaco Pietro Tidei, terranno una conferenza stampa per spiegare proprio l’utilizzo degli apparecchi: “Per adesso posso solo dire – ha affermato Serpente – che stiamo svolgendo un monitoraggio per il traffico veicolare, studi sulla velocità che si tiene in città. Non si tratta di veri e propri autovelox”. Fine quindi delle preoccupazioni di molti cittadini civitavecchiesi, che vedendo all’improvviso le piccole cabine arancioni posizionate sui marciapiedi ai lati delle strade, è andata nel panico, provocando rallentamenti improvvisi del traffico e la paura di multe imminenti.

ULTIME NEWS