Pubblicato il

Materne, interrogazione sulle liste d'attesa

SANTA MARINELLA – I consiglieri di minoranza, hanno protocollato ieri una interrogazione, per conoscere le modalità con cui sono state stilate le liste di attesa della scuola dell’infanzia per l’anno scolastico appena iniziato. «Vogliamo mettere in evidenza il fatto grave che, a 64 bambini e alle loro famiglie, non è stata data la possibilità di frequentare la scuola dell’infanzia che invece ha una grande importanza non solo per la formazione dei più piccoli ma anche per l’organizzazione familiare e l’occupazione femminile – dicono – il problema non è nuovo, sebbene non ricordiamo numeri così alti nei due anni precedenti. L’amministrazione, ha ricevuto dalla Regione Lazio, un finanziamento di circa 40 mila euro annui, che ha girato ad una società privata (la stessa che gestisce l’asilo nido convenzionato ‘‘Baby world’’), con la motivazione che non c’erano aule disponibili in strutture pubbliche per ospitare una classe aggiuntiva di scuola dell’infanzia. Nonostante la funzionaria, poi rimossa dell’ufficio istruzione, si fosse rifiutata di approvare l’apertura di una classe in un locale autorizzato solo per ospitare una ludoteca e non una classe di materna, il Sindaco ha voluto farlo lo stesso motivandolo con l’urgenza del provvedimento. Ora però la situazione sembra del tutto cambiata – proseguono – dall’ufficio che si occupa dell’edilizia scolastica abbiamo avuto la certezza che le classi ci sono tanto che se ne sono  liberate una al Centro e una alla Pirgus. Chiediamo quindi all’Amministrazione di spiegare perché un numero così alto di bambini dovrà restare a casa per non aver provveduto per tempo a risolvere il problema nonostante conoscesse le cifre almeno dalla scorsa primavera».

ULTIME NEWS