Pubblicato il

Sasso, una manifestazione contro il biogas

CERVETERI – Tutti in piazza per dire no al biogas e alla realizzazione della centrale a Pian della Carlotta. Il Coordinamento Rifiuti Zero per il Lazio e gli altri comitati locali, per non parlare dei cittadini e dell’amministrazione comunale (sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci in prima fila) si sono dati appuntamento domani mattina alle 10 al Sasso, presso la piazza all’interno del borgo. Tre i motivi politici fondamentali, spiega il Coordinamento: «Cercare di riprendere in mano la situazione creata dalla latitanza della scorsa amministrazione di Cerveteri che non ha fatto ricorso, l’atteggiamento arrogante di Civita alla Provincia di Roma, sulla testa dei cittadini, colpire una Biogas per evitarne 500, altrimenti rischieremo di avere il Lazio invaso da ‘‘mini-impianti’’. Intanto a suggerire un modo per «dare una immediata soluzione» al problema è Roberto Menasci, residente del Sasso:  «Si tratta di collocare le segnaletiche di divieto di transito per i mezzi di peso superiore a 5 tonnellate (in quanto i camion usati, sia per la costruzione del sito e i seguenti trasporti di biomasse, superano di sicuro le 10 tonnellate). Non mi si venga a dire che tale ordinanza non può essere emanata dalla Giunta perché non è vero, dal momento che Pian della Carlotta ricade nel Comune di Cerveteri e quindi per le decisioni sulla viabilità resta sovrano il nostro Sindaco».

ULTIME NEWS