Pubblicato il

Hcs, Tidei chiede un incontro costruttivo ai sindacati

CIVITAVECCHIA – “Su Hcs auspico un confronto ricco e costruttivo con il sindacato”. E’ quanto chiede il sindaco Tidei, all’indomani dell’incontro con i vertici della Holding e dopo le preoccupazioni delle organizzazioni sindacali per il rischio di una mancata approvazione, nei termini, del bilancio. “Niente balletti o giochini di facciata – ha spiegato Tidei – la situazione non lo consente a nessuno e il sindacato ora deve assumersi la responsabilità di dire ai lavoratori e alla città le cose come stanno: la galassia Hcs costa 17 millioni l’anno, pagati dai cittadini con l’Imu, oltre 160 assunzioni nell’ultimo anno e mezzo in nome del clientelismo più becero e sfrenato. La spesa corrente è stata bruciata dalla passata Giunta nei primi sei mesi, mentre in Hcs assumeva e poi assumeve. Era la “spending yohuu” moscheriniana e serviva a scopo elettorale. Eccoli i veri costi della “politica”. Non mi risulta che il sindacato si sia opposto prima, durante la festa. Ma spero che i suoi dirigenti, a partire dalla Cgil, abbiano oggi l’onestà intellettuale di ammettere la situazione”. Tidei ha ricordato infatti che “Hcs costa quasi un milione e mezzo al mese in un Comune – ha aggiunto – dove il sindaco ne prende 2700 euro nette, in gran parte devoluti alla spesa sociale. A fine mese Deloitte presenterà il nuovo piano industriale. Allora sapremo se è realistico pensare di ampliare il perimetro delle attività, dove e come tagliare, su cosa è possibile risparmiare, almeno 3 o 4 milioni di euro l’anno stando ai primi calcoli. Se il sindacato ha qualche brillante idea su altre fonti economiche è pregato sinceramente di dirlo, di parlare liberamente e con chiarezza. Non è tempo di mezze parole, è cosi che saluto l’avvio della trattativa tra i sindacati e la presidente dell’Hcs Rina Romagnoli che l’Amministrazione seguirà passo dopo passo”.
 

ULTIME NEWS