Pubblicato il

Sconcerto per la morte di Ettore Cecchetti

Sconcerto per la morte di Ettore Cecchetti

LADISPOLI. L'imprenditore edile di Cerveteri è caduto ieri pomeriggio da un'impalcatura di 5 metri durante i lavori di ristrutturazione di un capannone situato sull'Aurelia all'altezza del km 35. Indagano i Carabinieri

LADISPOLI – Sconcerto a Cerveteri e Ladispoli per l’incidente sul lavoro verificatosi  ieri pomeriggio a Ladispoli intorno alle 17,30. Un imprenditore edile, Ettore Cecchetti, 54 anni di Cerveteri, stava effettuando dei lavori di ristrutturazione di un capannone situato sull’Aurelia all’altezza del km 35 (di proprietà della Alfano Ceramiche), quando è caduto da un ponteggio alto circa 5 metri. L’uomo è morto al locale punto di primo soccorso per i traumi riportati dopo il volo dall’impalcatura. Subito lanciati i soccorsi, sul posto si sono precipitati i Carabinieri della stazione di Ladispoli, che hanno sequestrato il cantiere, i militari del Nucleo investigativo scientifico e il personale della Asl RmF. Al vaglio dei carabinieri le cause dell’ennesima morte bianca. Probabile che l’imprenditore durante le operazioni sul ponteggio non avesse le necessarie protezioni di sicurezza.

ULTIME NEWS