Pubblicato il

«Manutenzione delle strade: Provincia assente»

TOLFA. Il sindaco Luigi Landi scrive al presidente Nicola Zingaretti «Finora da Palazzo Valentini hanno solo evidenziato con rete rossa alcune situazioni di pericolo»

TOLFA. Il sindaco Luigi Landi scrive al presidente Nicola Zingaretti «Finora da Palazzo Valentini hanno solo evidenziato con rete rossa alcune situazioni di pericolo»

TOLFA – Il sindaco di Tolfa, Luigi Landi, scrive al presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti per denunciare la non operatività della Provincia negli interventi di manutenzione delle strade e della loro messa in sicurezza.
«Mi rammarico per la rinuncia pressoché totale a porre in essere interventi manutentivi e di messa in sicurezza di strade, marciapiedi, muri e colonnine di confine stradale di pertinenza e competenza della Provincia di Roma sul territorio del Comune di Tolfa – scrive Landi a Zingaretti – non appartiene al mio modo di pensare né alla mia estrazione culturale credere ad una cattiva
volontà o a scelte politiche mirate, da parte sua o della sua giunta; al tempo stesso non posso non riscontrare e registrare l’assoluta inadempienza nel mio territorio di una istituzione come quella provinciale che seppur in un momento difficile e di riordino di livello generale ha potuto spendere ingenti risorse finanziarie nel recente passato». Il primo cittadino collinare affronta anche il tema della distribuzione delle risorse: «Non mi fermo a criticare la discutibile distribuzione di risorse finanziarie per attività culturali e di promozione territoriale avvenuta durante l’estate, ma chiedo a Zingaretti di venire a Tolfa per poter constatare di persona come la Provincia di Roma non abbia prodotto alcun intervento manutentivo di una certa importanza in questi anni ma abbia solamente evidenziato con rete rossa alcune delle situazioni di pericolo derivanti da cattiva manutenzione o fatiscenza». Landi poi conclude così la sua missiva: «Spero che abbia il coraggio di ammettere con coerenza e trasparenza la poca attenzione posta dalla sua giunta sul territorio tolfetano e non addurre motivazioni quali l’impossibilità di investimenti in conto capitale o problematiche inerenti il patto di stabilità». (Rom. Mos.)

ULTIME NEWS