Pubblicato il

"Appalti Enel, non condivisibili le parole di Tidei"

"Appalti Enel, non condivisibili le parole di Tidei"

Federlazio interviene dopo le dichiarazioni del primo cittadino. Accordo raggiunto tra Fiom Cgil ed Imca

CIVITAVECCHIA – «Le difficoltà generali del momento impongono a tutti una maggiore attenzione nelle affermazioni». Replica così il direttore Federlazio Roma, Giuseppe Giordano alle dichiarazioni del sindaco Tidei sul mancato pagamento degli stipendi da parte di alcune ditte appaltatrici Enel. Dichiarazioni che per Giordano «non sono in questo caso condivisibili perché riportano boatos che circolano tra i lavoratori delle aziende in difficoltà». E ricorda come Federlazio abbia già «avviato un percorso di leale collaborazione a tutto campo con l’amministrazione comunale, teso proprio ad affrontare e tentare di risolvere le problematiche più immediate legate agli appalti dell’Enel». Ma non solo. Il direttore di Federlazio giudica “fantasiose” le “ipotesi avanzate” dal primo cittadino civitavecchiese «per disegnare un futuro catastrofico per le imprese coinvolte in lavori con l’Enel». Ipotesi nemmeno ipotizzabili «sia per motivi tecnico-giuridici, sia soprattutto perché gli imprenditori hanno deciso da tempo, con grande sacrificio e coraggio, di non abdicare dal proprio ruolo e dalle proprie funzioni economiche e sociali». E proprio «in virtù della collaborazione» avviata con l’amministrazione comunale, il Direttore Federlazio Roma crede sia «più condivisibile la proposta del Sindaco di avviare un tavolo congiunto con l’Enel per l’individuazione di soluzioni a tutte le problematiche in essere. In tal senso – conclude Giordano – ribadiamo la nostra massima disponibilità a lavorare insieme». Intanto sembrano aver raggiunto un accordo Fiom Cgil e Imca srl. L’azienda già giovedì «ha provveduto a saldare la mensilità di giugno ed entro il 28 settembre – spiega il segretario Fiom Cgil, Elsa Bertero – verrà retribuito il saldo di maggio e la completa mensilità di luglio». Sospesa dunque la protesta dei lavoratori che hanno ripreso «l’attività lavorativa all’interno di Tvn». Un importante passo avanti «reso possibile anche grazie alla disponibilità di Enel».

 

ULTIME NEWS