Pubblicato il

Equilibri di bilancio: maggioranza assente, salta il consiglio

Equilibri di bilancio: maggioranza assente, salta il consiglio

Disappunto da parte dei consiglieri di opposizione: "Oggi si scrive una brutta pagina per Civitavecchia". Ipotizzate possibili "fratture" interne alla maggioranza su temi caldi. Smentisce il presidente del consiglio Marco Piendibene

Salta il consiglio comunale sugli equilibri di bilancio. E questa volta non per colpa dell’occupazione dell’Aula Pucci da parte dell’opposizione. Ad impedire la discussione è stata l’assenza di tutti i consiglieri di maggioranza. Nessuno escluso. E così in assenza del numero legale il presidente della massima assise cittadina Marco Piendibene non ha potuto far altro che dichiarare la seduta sciolta per assenza del numero legale.
Tuonano i consiglieri di minoranza. “Oggi era stato convocato un consiglio comunale molto importante – ha spiegato il capogruppo Pdl Sandro De Paolis – e cosa fanno? Non si presentano. Un comportamento da denunciare. Evidentemente avranno avuto i loro motivi, leciti o non leciti che siano – ha aggiunto De Paolis – ma potevano optare per due soluzioni più plausibili: inviare qualcuno in consiglio e discutere sui problemi che evidentemente esistono, o comunicare anche alla minoranza che oggi è venuta responsabilmente in aula, la loro intenzione di non presenziare al consiglio così da annullare la seduta e rinviarla ad altra data. Senza farci perdere tempo”. Dello stesso avviso anche il consigliere Giancarlo Frascarelli: “Non voglio pensare che se manca il sindaco Tidei questa maggioranza non riesce ad andare avanti. L’assenza in blocco dei consiglieri della coalizione lascia solo pensare che evidentemente non c’è accordo tra i partiti che la compongono sugli equilibri di bilancio”. E a rafforzare questa ipotesi è il consigliere Dimitri Vitali, membro della Commissione bilancio: “Lunedì la commissione si è riunita e sciolta in soli cinque minuti. Questa fretta lascia pensare che c’è qualcosa che non va”. E a parlare di una figuraccia da parte della maggioranza è il consigliere Mauro Nunzi che bacchetta il vice sindaco Enrico Luciani: “In assenza del Sindaco era lui a dover presenziare la massima assise cittadina, ma non si è nemmeno degnato di venire in aula”. Insomma per l’opposizione ci troviamo davanti ad una maggioranza “divisa su temi molto importanti – ha aggiunto Daniele Perello – come la permanenza o meno del dottor Squarcione alla dirigenza della Asl Roma F, il multipiano, l’Area metropolitana e per finire anche gli equilibri di bilancio. Iniziano a venir fuori le differenze”.
Ma a dare una spiegazione diversa per quelle sedie vuote è il presidente della massima assise cittadina Marco Piendibene che ipotizza: “In questi giorni la minoranza ha più volte ribadito la volontà di occupare ancora una volta la Pucci. Evidentemente i consiglieri di maggioranza non volevano dare ai cittadini, ancora una volta, una pessima immagine di questo Consiglio non presentandosi”.
E a replicare è anche il vice sindaco Enrico Luciani: “Ritengo risibili le illazioni sulla compattezza della maggioranza e faccio questa dichiarazione – ha sottolineato – sia come vice sindaco che come esponente di Sel”. Luciani dopo aver ricordato lo stato in cui la passata amministrazione ha consegnato la città (“da terzo mondo”) all’attuale Giunta, invita “la parte più responsabile dell’opposizione a svolgere il suo ruolo, abbandonando Moscherini (assente ieri in conferenza dei capigruppo) sulle spiagge delle sue melanconie. Si apre una stagione difficile per la città – ha concluso Luciani – l’ambiente, il lavoro in un quadro politico in disfacimento che esige senso di responsabilità adulto e consapevole. Gli infantilismo, francamente, li lascerei da parte”.
Ora gli equilibri di bilancio, nonostante oggi fosse il termine ultimo entro cui farli approdare in Consiglio, saranno discussi in seconda convocazione il 2 ottobre. Data in cui è stata convocata la massima assise cittadina sull’Area Metropolitana.

So.Be.

ULTIME NEWS