Pubblicato il

Inaugurata la nuova mensa alla scuola Vignacce

SANTA MARINELLA. Taglio del nastro del sindaco Roberto Bacheca

SANTA MARINELLA. Taglio del nastro del sindaco Roberto Bacheca

S. MARINELLA – Si è svolta stamattina presso il plesso scolastico Vignacce, la cerimonia di inaugurazione della nuova mensa. Presenti il Sindaco Roberto Bacheca, il suo vice Eugenio Fratturato e l’assessore alla Pubblica istruzione Roberto Marongiu. Grande festa per i bambini delle classi materne ed elementari che da oggi potranno usufruire di una moderna struttura antisismica.  “Un altro importante tassello della riqualificazione relativa alle scuole di Santa Marinella – ha affermato il Sindaco Bacheca – poiché dopo aver realizzato la mensa della Scuola Pirgus, oggi comunque perfettamente funzionante, diamo inizio al servizio mensa anche alla Scuola Vignacce. Interventi, questi, che i genitori ed i docenti attendevano da decenni. L’impegno che questa amministrazione – ha continuato il Sindaco – sta riservando alla pubblica istruzione è notevole e concreto. Questa è una grande giornata di festa per bambini, docenti e genitori, ai quali va il nostro ringraziamento per aver pazientato durante i lavori di realizzazione della struttura, di cui oggi possono finalmente usufruire”. “Oggi anche la Scuola Vignacce – ha aggiunto l’Assessore Marongiu – ha la sua mensa, sicura, moderna e funzionale, per la soddisfazione nostra e di tutti i genitori. La nostra amministrazione – ha concluso Marongiu – sta puntando moltissimo al recupero del plessi scolastici ed i risultati iniziano ad essere tangibili ed evidenti”. Fratturato ha proposto di intitolare la nuova struttura a due bambine scomparse prematuramente qualche tempo fa che frequentavano il plesso Vignacce. Il refettorio è dotato di un modernissimo sistema ad aria condizionata e di pannelli solari per una perfetta autonomia dalla rete elettrica pubblica. La costruzione, realizzata in materiale ignifugo e rispettando le norme antisismiche, è munita di una facciata realizzata con vetri speciali che non consentono l’entrata, in estate, dei raggi del sole, conservando così all’interno la temperatura ideale. Comunque, in caso di caldo intenso esterno, la mensa ha quattro prese di aria condizionata che si trasformano in un erogatore di aria calda per i mesi invernali. La struttura è munita di tre porte antipanico per l’uscita immediata degli alunni in caso di pericolosità, ha due servizi igienici di cui uno riservato ai disabili ed è stata conglobata con lo stabile scolastico, attraverso un ingresso interno per far entrare i ragazzi direttamente nel refettorio senza dover uscire dalla scuola. Insomma, una mensa super moderna, arredata all’esterno con enormi lastre di marmo che fanno della struttura una specie di Ara Pacis. Il costo dell’opera si aggira sui 400 mila euro e sono stati necessari un anno di lavori per portarla a compimento. Una volta in attività, potrà soddisfare per ogni turno un’utenza pari a 72 alunni della scuola materna e 114 di quella elementare, per un totale di 186 posti. Tutti gli spazi adibiti a mensa seguono gli standard minimi di riferimento e cioè 0,40 metri quadrati per ogni alunno più uno spazio di 30 metri per la cucina e gli annessi locali di servizio. In totale il locale mensa è di 222 metri quadrati. (Gi.Ba.)

ULTIME NEWS