Pubblicato il

Megadigestore: il consiglio provinciale dice no

Voto unanime di Palazzo Valentini contro la realizzazione dell’impianto ad Allumiere Soddisfatti Gino De Paolis ed Emiliano Minnucci: «Abbiamo chiesto di rinviare qualsiasi iniziativa anche sul compostaggio». I residenti collinari tirano un sospiro di sollievo dopo le preoccupazioni dei mesi scorsi

Voto unanime di Palazzo Valentini contro la realizzazione dell’impianto ad Allumiere Soddisfatti Gino De Paolis ed Emiliano Minnucci: «Abbiamo chiesto di rinviare qualsiasi iniziativa anche sul compostaggio». I residenti collinari tirano un sospiro di sollievo dopo le preoccupazioni dei mesi scorsi

ALLUMIERE – Grande festa ad Allumiere per la buona nuova di queste ultime ore. Il Consiglio della Provincia di Roma ha detto all’unanimità ‘‘No’’ alla realizzazione del megadigestore ad Allumiere. Già da sabato si vociferava che in Provincia la mozione contro il digestore sarebbe stata approvata e alla fine proprio ieri è arrivata la conferma ufficiale e tutti in collina hanno finalmente tirato un sospiro di sollievo. La mozione anti digestore è stata approvata all’unanimità ed è stata sostenuta da tutti Gruppi consiliari che hanno sottoscritto questo importante atto che premia la grande lotta degli allumieraschi contro questo progetto. Il documento che è passato impegna il Presidente Zingaretti e l’assessore all’Ambiente ad esprimere, nelle sedi istituzionali opportune, la netta contrarietà della Provincia di Roma alla realizzazione del progetto presentato dalla Società Renerwaste Spa al Comune di Allumiere, finalizzato alla realizzazione ed attivazione di un impianto con capacità di trattamento di circa 70 mila tonnellate l’anno per il trattamento dei rifiuti organici allo Spizzicatore di Allumiere. A darne notizia in una nota congiunta sono stati Gino De Paolis (capogruppo di Sinistra Ecologia e Libertà in Provincia di Roma) che tra l’altro è stato anche il primo firmatario della mozione e Emiliano Minnucci (capogruppo del Pd in Provincia di Roma). De Paolis e Minnucci hanno poi spiegato che: «Nella mozione abbiamo chiesto anche di rinviare qualunque iniziativa in merito alla realizzazione di un impianto di compostaggio sul territorio del comprensorio; abbiamo poi precisato che ogni eventuale impianto del genere dovrà essere un destinato al compostaggio esclusivamente dell’umido dei Comuni del solo comprensorio e non il trattamento di altri prodotti; un impianto le cui caratteristiche vengano pianificate e concertate tra i Comuni del comprensorio interessato (come da impegno già assunto dai Comuni di Allumiere, Tolfa e Civitavecchia nella Commissione Ambiente della Provincia di Roma il 5 luglio scorso. Siamo soddisfatti dell’approvazione di questo atto. Il nostro territorio ha già pagato molto in termini di inquinamento ambientale. Un altro impianto avrebbe ricadute pesanti sul territorio». Soddisfatti gli aderenti al Comitato anti discarica e ai movimenti ambientalisti. ‘‘Felice per questa mozione’’ si è detta il consigliere di minoranza di Allumiere Roberta Morbidelli; apprezzamenti per la buona notizia, infine, da parte della giunta Battilocchio. (Rom. Mos.)

ULTIME NEWS