Pubblicato il

Aliquote Imu: guerra sui numeri tra maggioranza e opposizione

TARQUINIA –  Prosegue il botta e risposta tra maggioranza e opposizione all’indomani del consiglio comunale che ha visto il varo della riduzione delle aliquote Imu sui terreni agricoli. Il gruppo consiliare del Pd prende posizione puntando il dito contro il Pdl accusato di “voler ridurre le aliquote Imu eliminando i servizi essenziali”. “L’opposizione di centrodestra è inesistente al consiglio comunale. Pensava di ridurre le aliquote Imu con la conseguenza di tagliare i servizi essenziali ai cittadini tarquiniesi, come le mense o il trasporto scolastico. Questa minoranza è incapace di presentare anche un semplice emendamento al nostro provvedimento sulle aliquote Imu: prima chiede a voce d’inserire la modifica, poi si ricorda che deve essere scritta, come prevede il regolamento, infine si accorge che l’ipotesi di abbassare le aliquote non aveva nessuna copertura finanziaria ed è quindi costretta a fare marcia indietro e a votare il nostro provvedimento”. “Il più fiero e accanito sostenitore di questa ipotesi – attaccano dal Pd – è stato il consigliere comunale Alfio Meraviglia che ha tentato in ogni modo di realizzare il suo piano. Neanche di fronte all’evidenza dei numeri forniti dai tecnici comunali, i suoi calcoli erano sbagliati “solo” di un milione di euro, desisteva dal suo proposito. Invitiamo il consigliere Meraviglia a studiare di più. Al PdL chiediamo invece più serietà e maggiore consapevolezza del ruolo che svolge”. A stretto giro di posta la replica del Pdl. “Non ci eravamo accorti che i consiglieri del PD fossero in aula, noi non li abbiamo sentiti – tuonano dal centrodestra i consiglieri Alfio Meraviglia , Pietro Serafini, Laura Voccia e Marcello Maneschi”. “Tanto forti con la penna quanto deboli in consiglio. Il gruppo consiliare del PD, che non ha mai proferito parola durante l’ultimo consiglio, si sveglia dopo 24 ore e si lancia in dichiarazioni che esplodono, come sempre, nell’ennesimo proclama propagandistico e demagogico teso a tener la cittadinanza lontana dalla verità.  La realtà è questa: i cittadini non possono più supportare una così importante pressione fiscale e per questo il nostro gruppo ha chiesto di diminuire seriamente le aliquote Imu. In altre parole, a nostro avviso, l’amministrazione è in grado di fare molto più di quanto proposto dal Pd”. “Riteniamo e lo diciamo sin dall’inizio della campagna elettorale che per rilanciare l’economia del nostro paese c’e’ bisogno di un abbattimento della spesa pubblica tarquiniese ormai arrivata a livelli insostenibili. In questo, è bene ribadire che, a detta dei revisori dei conti “per il futuro dovranno essere effettuate politiche mirate e “tagli” raccomandandosi a una politica più attenta agli investimenti”. “A questo punto – proseguono dal Pdl – ci teniamo a rendere pubblici, perché i cittadini ne vengano a conoscenza direttamente, grazie al maldestro intervento del gruppo Pd,dati interessanti che verranno valutati in maniera oggettiva.   Dalle variazioni di bilancio votate venerdì si può notare benissimo che il Comune ha importanti disponibilità finanziarie, derivanti da maggiori previsioni di entrate, da poter utilizzare per ridurre “seriamente” le aliquote IMU:  Avanzo di amministrazione “non vincolato” (consultivo 2011) 504.000 euro di cui 200.000 subito riutilizzati dalla maggioranza negli equilibri di bilancio. Ergo, avanzo netto 304.000 euro. maggiore gettito previsto per il servizio idrico 450.000 euro, per i parcheggi 25.000 euro, per le imposte 11.700 euro e per il recupero ICI anni precedenti 80.000 euro. Totale  previsione aumenta di bilancio di 870.000 euro che a nostro avviso potevano essere utilizzati per ridurre ulteriormente le aliquote Imu.  Dunque, facciamo presente ai “distratti” consiglieri del Pd che mai dai banchi dell’opposizione è stata espressa l’intenzione di tagliare servizi “indispensabili” quali le mense o i trasporti. I soldi ci sono già e sono nelle cifre precedentemente descritte. Inoltre, per completare il ragionamento, è interessante considerare che, in virtù di un maggior gettito Imu previsto, pur applicando le “nuove e ribassate” aliquote IMU (0,71)approvate nell’ultimo consiglio, entreranno nelle casse comunali altre 24.000 euro in più dell’importo precedentemente inserito nel bilancio.  Quindi, come gettito totale, l’IMU sarà rappresentata da un importo più alto, ergo maggiore prelievo dalle tasche dei cittadini. Sarebbe questo che la maggioranza vorrebbe far passare come un risparmio per i tarquiniesi?!! Complimenti per i calcoli. Fate attenzione perché questa volta il cittadino, pagando salate  bollette , capirà da quale parte sta la verità.La verità è che l’Imu poteva e può essere ridotta, le coperture finanziarie ci sono ma quello che manca è la volontà. Forse l’obiettivo della maggioranza non è mai stato il contenimento delle spese o l’alleggerimento della pressione fiscale?! Cari consiglieri del PD è ora che impariate ad assumervi le vostre responsabilità. Un consiglio: fatevi spiegare dalla giunta che supportate cosa state votando. Se questo non fosse possibile potete contattarci alla nostra mail [email protected]  Il capogruppo dell’UDC Meraviglia e la minoranza ringraziano i Consiglieri del Pd che con il loro comunicato hanno dato almeno un segno di vita e ci hanno dato l’occasione per spiegare meglio la loro posizione ai cittadini.  La totale assenza di interventi in consiglio comunale da parte dei consiglieri del PD è sintomatica di una mancanza di interesse nei confronti della collettività che dovrebbero saper amministrare. Le accuse di ignoranza non ci tangono e ricambiamo constatando la totale inattività dei colleghi del PD. Speriamo che il gruppo Consiliare del PD abbia finalmente imparato a fare i calcoli”. (a.r.)
 

ULTIME NEWS