Pubblicato il

Dipinti raffelleschi al Festival del libro

CIVITAVECCHIA – Alvaro Ranzoni, con l’aiuto di una serie di diapositive, parlerà dei dipinti raffaelleschi di Civitavecchia domenica 7 ottobre alle 20 al Maschio del Forte Michelangelo.
Iniziativa che concluderà l’edizione 2012 del Festival ‘‘Un mare di Lettere’’ organizzato dalla Prospettiva Editrice di Andrea Giannasi, con media partners La Provincia e Civonline.
Ranzoni racconterà la storia delle opere e con alcune diapositive farà gli incredibili confronti tra i dipinti di Civitavecchia (rinvenuti dall’appuntato dell’Arma Tarcisio De Paolis) e gli originali in Vaticano.
Il racconto diventa favola, come nel caso del contadino che trova nel campo una pignatta di monete d’oro o del pescatore subacqueo che recupera i bronzi di Riace.
De Paolis segue con la spatola quella punta di spada, arriva alla mano che la impugna, poi al braccio e quindi alle figure di due ‘‘angeli’’ in volo. Non gli ci vuole molto per scoprire che tutte e quattro le pareti della camera contengono scene dipinte a colori intensi.
Gruppi di personaggi a grandezza naturale, guerrieri a piedi e a cavallo, prelati e un ritratto di quello che, a giudicare dalla tiara, deve essere un Papa. Basta poco per capire che si tratta di una replica prodigiosamente esatta di una delle quattro Stanze che Raffaello dipinse in Vaticano su commissione di Papa Giulio II Della Rovere.
I due ‘‘angeli’’ in volo sono in realtà i Santi Pietro e Paolo che, isneiem a un corteo di cardinali guidato dal Papa, accorrono a salvare Roma dall’aggressore, Attila re degli Unni.
Nella parete a fianco, un gruppo di oranti segue la Messa di Bolsena e assiste al celebre miracolo. Tutto come nell’originale in Vaticano.

ULTIME NEWS