Pubblicato il

Da SeL solidarietà ai precari della sanità

CIVITAVECCHIA – Solidarietà al personale precario della Asl Roma F «che sta lottando contro il rischio concreto del mancato rinnovo della loro collaborazione», da parte dei consiglieri comunali di Sinistra ecologia e libertà, Giulio Agostini e Ismaele De Crescenzo. Consiglieri preoccupati anche per «la situazione nella quale si verranno a trovare le strutture sanitarie del comprensorio, che su questo personale, medico e infermieristico, praticamente basano la propria operatività». E si chiedono che senso ha «inaugurare in pompa magna reparti di eccellenza se poi magari gli stessi non sono in grado di funzionare per mancanza di personale».
Personale costituito per lo più dai precari oggi in protesta e che rischiano dal 31 dicembre di non veder rinnovato il proprio contratto di lavoro a causa dei continui tagli alla sanità apportati dalla Regione Lazio e che «anziché vedersi riconosciuta una sacrosanta stabilizzazione, rischiano seriamente di perdere la loro pur non invidiabile condizione di perenne precariato».
«Occorre – spiegano i consiglieri Sel Agostini e De Crescenzo – mettere in campo ogni sforzo, prima di tutto da parte della Dirigenza Asl e della Conferenza dei Sindaci, ma anche della politica a tutti i livelli, per fare in modo che la Regione trovi le soluzioni idonee a scongiurare quello che è un vero e proprio disastro annunciato e un ulteriore tassello verso lo smantellamento scientifico del servizio pubblico. Quando in pericolo ci sono la chiusura di aziende e presidi lavorativi e la perdita di posti di lavoro, la parola d’ordine è quella di non dividersi, ma di agire tutti insieme – concludono i due consiglieri comunali di Sel – per scongiurarli: questo a maggior ragione quando in ballo c’è la salute dei cittadini».

ULTIME NEWS