Pubblicato il

"Il diportismo non è speculazione"

CIVITAVECCHIA – «Caro Vittorio, mi dispiace che nella tua nota il “diritto al mare” si traduca immediatamente in speculazione edilizia e rovina dell’ambiente.
Qui nessuno chiede che venga rifatto altrove il porto di Riva di Traiano. Parliamo di servizi per barche di modeste, modestissime dimensioni, servizi che devono essere offerti a prezzi popolari, servizi che vengono utilizzati non da nababbi, ma da cittadini comuni».
Lo dichiara Giuseppe Tandurella, rispondendo a Vittorio Petrelli sul diportismo. Mi dispiace che tu, pur conoscendo le mie direttrici prosegue il delegato al diportismo – abbia gridato con troppa ed ingiustificata enfasi allo scandalo.
Su di una cosa hai però ragione: “fare politica significa anche cercare il confronto con portatori di interessi diversi».

ULTIME NEWS