Pubblicato il

Lite a Tvn, domiciliari per il colombiano

CIVITAVECCHIA – È tornato a casa, agli arresti domiciliari, il 34enne colombiano Z.S.J.D. arrestato lunedì scorso dai carabinieri con l’accusa di tentato omicidio. L’uomo, operaio alla centrale di Tvn, secondo gli inquirenti avrebbe colpito alla schiena con un elettrodo un collega di nazionalità romena, dopo una lite avvenuta su un’impalcatura, all’altezza di 70 metri. «Si è difeso da un’aggressione – ha spiegato l’avvocato difensore Bruno Forestieri – l’episodio è stato rivisto e, con la concessione dei domiciliari, si va a riqualificare l’ipotesi di reato, che potrebbe essere non più quella del tentato omicidio». Il giudice Maria Paola Tomaselli, infatti, in udienza di convalida, ha accolto la richiesta dell’avvocato che ora, insieme al proprio assisitito, sta valutando l’ipotesi di una querela nei confronti della presunta vittima, proprio per l’aggressione subita. Il giovane colombiano, a quanto pare, avrebbe anche due denti scheggiati.

ULTIME NEWS