Pubblicato il

Nuovo assetto istituzionale, i socialisti frenano

CIVITAVECCHIA – Una decisione da non prendere troppo in fretta per non rischiare di sbagliare. È questo il consiglio del professor Alessandro Sterpa dell’Università La Sapienza durante il convegno ‘‘Il futuro di Civitavecchia nel nuovo assetto istituzionale’’ promosso dal Psi. «I comuni che entrano a far parte dell’Area Metropolitana perderanno poteri? Nessuna risposta è ancora dimostrabile». E ancora: «È il sindaco dell’Area Metropolitana a decidere i nuovi siti per le discariche? In questo momento la competenza della Provincia è quella di individuare i possibili siti, ma poi è la Regione a decidere. Se questo tipo di competenze dovesse passare all’Area Metropolitana, ovviamente la scelta non sarebbe effettuata solo dal sindaco capitolino, ma dai sindaci di tutti i comuni facenti parte dell’Area Metropolitana». Di contro, decidere di restare Provincia, spiega il professor Sterpa, lascerebbe minori competenze ai comuni: «Manutenzione di scuole, strade, coordinamento tra i Comuni». Motivo per cui «la scelta sul nuovo assetto istituzionale non può prescindere da una corretta informazione». Né la scelta, «può essere demandata ad altri se non ai cittadini», come affermato dall’Assessore all’Edilizia scolastica e consigliere provinciale Psi Alvaro Balloni. «Sono i cittadini che devono scegliere dove andare. E per farlo c’è bisogno del Referendum. Un appuntamento a cui occorre arrivare preparati e ben informati su tutti i pro e i contro della scelta». E secondo Balloni «il Referendum non arriverà tardivamente, perché ancora tutto è da decidere».

ULTIME NEWS