Pubblicato il

"Zolfo al di sotto dello 0,3%"

CIVITAVECCHIA – Riduzione dell’emissione di monossido di carbonio a 50 mg/Nm3 (Enel ha chiesto di portarlo a 150 mg/Nm3), uso di carbone contenente zolfo al di sotto dello 0.3%, la pubblicazione dei dati sul monitoraggio delle emissioni al camino (ad oggi riservati) e che questa avvenga in tempo reale per tutelare la popolazione e che i flussi massa tornino ad essere uguali a quelli del progetto iniziale.
Sono queste le richieste contenute nella petizione (che si potrà firmare sabato dalle 10 al banchetto di piazza XXIV Maggio) del Coordinamento delle associazioni ambientaliste da presentare al sindaco Tidei affinché se ne faccia promotore alla Conferenza dei servizi dell’Aia e che oggi ha raggiunto quota 300 firme. «Su queste prescrizioni non deroghiamo – ha tuonato Simona Ricotti – e vigileremo affinché il Sindaco le faccia rispettare». E dal Coordinamento chiedono anche l’apertura di un tavolo tecnico permanente tra associazioni ambientaliste, Comune e Autorità Portuale «sulla salute, sull’ambiente e la riconversione ecologica della produzione». Ma non solo: «Chiediamo la pubblicazione delle 37 criticità. Non si può portare avanti una trattativa – ha detto Maurizio Puppi di Piazza Pulita – senza alcun coinvolgimento anche della cittadinanza».

ULTIME NEWS