Pubblicato il

‘‘Porta a porta’’, Maggi incalza gli indisciplinati

Il delegato fa il punto della situazione dopo un anno dall’avvio del servizio

Il delegato fa il punto della situazione dopo un anno dall’avvio del servizio

S. MARINELLA – Il delegato alla raccolta differenziata Marco Maggi, a quasi un anno dalla partenza del servizio ‘‘porta a porta’’, fa il punto della situazione su come sta andando l’importante progetto che chiama in causa l’intera cittadinanza. «Come ho più volte precisato – afferma Maggi – siamo ancora nel primo anno di sperimentazione di questo nuovo modello di raccolta dei rifiuti, con tutto quello che ha potuto comportare, sia positivamente che di inevitabili criticità». «Ovviamente – dice – non dobbiamo limitarci solo ad assistere passivamente allo svolgere degli eventi, bensì analizzare ciò che accade ed attivarci con provvedimenti strutturali e non occasionali per rimuovere le situazioni di maggiore difficoltà». «Il fatto che più mi ha incoraggiato e confortato – continua Maggi –  è stata la reale inversione di tendenza della spesa sostenuta sino ad oggi rispetto a quando si versavano tutti i rifiuti in discarica in maniera indifferenziata, ovvero si è assistito, nonostante siamo ancora parzialmente operativi, ad un risparmio sensibile dei costi sostenuti, che potrà solo che amplificarsi nel futuro, continuando a differenziare con attenzione». «Ciò che invece mi ha particolarmente deluso – riferisce – è stata la mancata collaborazione di troppi condomini rispetto a quanto stabilito da una precisa ordinanza del Sindaco. I condomini, considerata la mole e la concentrazione di rifiuti prodotti, possono essere determinanti per il successo a breve termine di questa complessa ma coraggiosa iniziativa». In molti casi, ci tiene a precisare Maggi, si sono creati veri e propri punti di degrado con assoluta indifferenza per ogni norma emanata dall’autorità cittadina. «Ritengo che questa situazione frutto di sottovalutazioni da parte di diversi soggetti interessati – sottolinea il delegato – possa essere corretta con una migliore informazione da parte degli amministratori ai propri condomini e da un’azione sanzionatoria senza dubbio più efficace da parte nostra. L’altra grande delusione, non più sopportabile anche se attualmente si registrano dei miglioramenti, è stata l’inadeguatezza della società nella pulizia della città. Penso che i margini per una serena collaborazione siano stati ormai valicati. Non si può più giustificare un atteggiamento di incertezza da parte dell’ufficio preposto al controllo del rispetto del capitolato. Mi attendo quindi un’azione sanzionatoria esemplare, altrimenti dovremmo prendere seri provvedimenti. Innanzi tutto stiamo allestendo sul territorio comunale, attraverso un progetto che approveremo a breve, una serie di telecamere per vigilare h24 le aree di maggior degrado. Le telecamere saranno amovibili e pertanto potranno essere spostate nel tempo dove riterremo più necessario». «Finalmente abbiamo collocato all’ufficio ambiente una unità di Polizia municipale pienamente operativa, che ci consentirà in tempo reale di indagare e sanzionare gli indisciplinati – conclude Maggi – abbiamo inoltre iniziato a collocare i divieti di sosta a tempo per la pulizia e lo spazzamento stradale in via IV Novembre e in via della Libertà. Infine stiamo predisponendo, con un leggero ritardo dovuto ad uno studio attento delle esigenze del territorio, il terzo step che si estenderà a tutto il territorio comunale entro il mese di dicembre, con l’eccezione di Santa Severa per oggettive peculiarità e criticità studiate in sede di incontro». (Gi.Ba.)

ULTIME NEWS