Pubblicato il

Restyling della Toscana: occhi puntati del Movimento 5 stelle

S. MARINELLA. Il responsabile Massimo Padroni chiede un incontro urgente con il progettista per verificare l’eventuale impatto ambientale I responsabili del gruppo politico insieme al Banzai surf club vogliono capire cosa esattamente si vuole realizzare in quel tratto di costa e se verrà influenzato il movimento delle correnti marine

S. MARINELLA. Il responsabile Massimo Padroni chiede un incontro urgente con il progettista per verificare l’eventuale impatto ambientale I responsabili del gruppo politico insieme al Banzai surf club vogliono capire cosa esattamente si vuole realizzare in quel tratto di costa e se verrà influenzato il movimento delle correnti marine

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Il Movimento Cinque Stelle, segue con attenzione l’intenzione dell’amministrazione comunale, di dare seguito ad un progetto di riqualificazione della spiaggia La Toscana, il bellissimo tratto di arenile libero e adiacente alla più famosa Banzai Beach. «Il progetto – dice il responsabile del M5S cittadino Massimo Padroni – già approvato dal consiglio comunale e finanziato dalla Regione Lazio, non è mai stato reso noto alla cittadinanza, nemmeno ai concessionari dei servizi e alle associazioni dei surfisti che praticano da sempre questa disciplina in quel luogo dai fondali così particolari, da essere famoso nel mondo, attirando così migliaia di surfisti ogni anno. Lo abbiamo letto sui giornali locali dove si annunciava l’ennesima grande opera della giunta Bacheca che, alla fine del proprio mandato si prodiga, ma dopo cinque anni di assoluto immobilismo». «Esistono svariati esempi di grandi opere che hanno sfigurato irrimediabilmente la Perla del Tirreno e la nostra linea di costa – prosegue Padroni – ne ricordiamo l’ultima, realizzato dalla stessa ‘‘parte politica’’, al km 58, con un provvedimento di somma urgenza per proteggere la via Aurelia (e un ristorante) dall’erosione, ponendo una barriera sull’arenile. Tale barriera poteva essere posizionata più lontana e sotto il livello del mare, così da non ridurre una meravigliosa spiaggia, dove anche Rossellini aveva costruito la sua residenza estiva, in un acquitrino dove non si vede più il mare». «Per evitare che succeda qualcosa di irreparabile in quella zona – continua il rappresentante 5 stelle – il nostro movimento ha chiesto, insieme al Banzai Surf  Club, un incontro urgente con il progettista dell’intervento, per vedere che cosa esattamente si vuol realizzare in quel tratto di costa e se sono stati fatti tutti gli studi necessari per capire se tale opera potrà influenzare il movimento delle correnti marine che oggi assicurano un buon mantenimento dell’arenile e la presenza di un moto ondoso unico in Italia che permette, oltre alla pratica del surf, anche la presenza di scuole qualificate, gare e manifestazioni internazionali».

ULTIME NEWS