Pubblicato il

Armi e droga, interrogato uno dei tre santamarinellesi

Nell’ambito dell’inchiesta della Dda di Catania

Nell’ambito dell’inchiesta della Dda di Catania

SANTA MARINELLA – La Direzione Distrettuale Antimafia di Catania ha iniziato il giro di interrogatori in merito all’inchiesta relativa al traffico di armi e droga che ha visto coinvolti anche tre santamarinellesi, al momento indagati. Nei giorni scorsi, infatti, davanti ai magistrati, è stato ascoltato uno dei tre, assistito dall’avvocato Davide Capitani. L’interrogatorio si è concentrato su un episodio specifico, quello relativo ad un viaggio tra Santa Marinella e Busto Arsizio, in compagnia di un altro indagato: l’accusa parla di 7 etti e mezzo di cocaina trasportati a Santa Marinella. Droga che però, a quanto pare, come ribadito nel corso dell’interrogatorio, non sarebbe stata trovata dalla Guardia di Finanza che fermò l’auto con a bordo i due tra Civitavecchia e Tarquinia. Il santamarinellese ha quindi chiarito la propria posizione, fornendo la propria versione dei fatti. L’inchiesta è una costola della ‘‘Figaro News 2010’’ che portò alla luce un giro di droga e armi gestito dalla criminalità organizzata del ragusano e del catanese e che coinvolgeva, come in questo caso, anche S. Marinella e Busto Arsizio. (Da.Ge.)

ULTIME NEWS