Pubblicato il

Rifiuti, il prefetto Sottile insiste su Monti dell'Ortaccio

FIUMICINO – Monti dell’Ortaccio come sito provvisorio dopo la chiusura di Malagrotta. Questa la posizione del  prefetto Sottile che trova il sostegno di Donato Robilotta, presidente del Nuovo Psi del Lazio e già consigliere regionale. “Chi dice no –  un vero e proprio partito trasversale, non indicando un sito alternativo fa solo demagogia, sapendo bene che se saltasse anche Monti dell’Ortaccio i rifiuti, una volta chiusa Malagrotta, resterebbero per terra. Il Sindaco di Roma invece che lavorare per mandare all’estero i rifiuti non trattati, cosa che farà aumentare i costi per i cittadini romani, obblighi l’Ama a mettere a regime i propri impianti di Tmb di Rocca Cencia e Salaria e a fare qualche investimento per aumentare la loro capacità di trattamento rifiuti. Inoltre Campidoglio e Regione costruiscano le condizioni affinché l’impianto di termovalorizzazione di Malagrotta venga terminato, con la costruzione delle altre due linee, e inizi la costruzione di quello di Albano, perché così ci avvicineremmo alla chiusura del ciclo nella Capitale.

ULTIME NEWS