Pubblicato il

Cna: ora gli autoriparatori hanno l’obbligo dell’abilitazione

CIVITAVECCHIA – Per usare in officina una stazione di ricarica di aria condizionata o effettuare il controllo dell’impianto di climatizzazione del veicolo, gli autoriparatori hanno l’obbligo dell’abilitazione.
A stabilirlo è il decreto ministeriale 43/2012 emanato all’inizio dell’anno. E così entro 60 giorni dall’istituzione del Registro delle persone e delle aziende certificate presso le Camere di Commercio del capoluogo di Regione, gli operatori sono tenuti a mettersi in regola. Dovranno, cioè, iscriversi al Registro e conseguire l’attestato di formazione. Insomma: un ‘‘patentino’’ per l’abilitazione all’uso dei gas fluorurati a effetto serra, che sarà rilasciato dopo aver frequentato un corso teorico-pratico della durata di 8 ore tenuto da un ente accreditato. E anche se non ci sono le date, dalla Cna di Viterbo e Civitavecchia, non escludono che il Registro possa diventare operativo entro l’anno. Così, per spiegare agli interessati il decreto, la Cna ha organizzato per lunedì alle 18.30 presso la sede di Civitavecchia, un seminario.
«Spiegheremo le novità e cosa bisogna fare per adeguarsi ed evitare così pesanti sanzioni – ha spiegato il responsabile Cna Servizi alla Comunità Luca Fanelli – Cna è in grado di fornire alle imprese l’assistenza necessaria, compresa la formazione ai fini del conseguimento dell’attestato. Abbiamo già inviato agli autoriparatori una scheda dove chiediamo di indicare la sede preferita per lo svolgimento del corso per il rilascio del tatentino, scegliendo tra Civitavecchia e Ladispoli».

ULTIME NEWS