Pubblicato il

"Casette di legno? Soldi sprecati"

"Casette di legno? Soldi sprecati"

Il commento del Sindaco sull’emergenza abitativa. Tidei: «Con i soldi della Regione si potevano costruire alloggi veri»

CIVITAVECCHIA – «Anziché spendere oltre 3 milioni di euro per delle casette di legno che tra due anni dovranno essere smontate e ricollocate altrove, non più per l’emergenza abitativa, la precedente amministrazione avrebbe potuto utilizzare i fondi stanziati dalla Regione e comprare alloggi veri, quelli fatti di mattoni e cemento, per risolvere definitivamente il problema dell’emergenza abitativa almeno per un po’ di civitavecchiesi». È questo l’amaro commento del sindaco Pietro Tidei (che valuterà il modo per evitare la rimozione delle casette) e dell’assessore ai Servizi Sociali Enrico Leopardo alla notizia che la Regione Lazio ha chiesto indietro gli oltre 2 milioni stanziati proprio per l’acquisto dell’emergenza abitativa. Una notizia appresa «non qui al Comune consultando le carte, peraltro alcune sparite, ma andando direttamente in Regione». Ed è proprio grazie alla scoperta fatta che l’assessore Leopardo e il delegato alla casa Raffaele Cacciapuoti hanno potuto subito stilare un bando per l’assegnazione degli alloggi da acquistare proprio con i fondi regionali. «A Civitavecchia abbiamo circa 1000 casi di emergenza abitativa – spiega Leopardo – con i fondi regionali risolveremo almeno il problema per 24 famiglie». Un numero esiguo. Ma almeno è un inizio.

ULTIME NEWS