Pubblicato il

«Comunicazione zero tra l’amministrazione e Argo»

Lo afferma Sergio Serpente per giustificare le lacune degli anni precedenti. Parco mezzi fatiscente, l’assessore: «In cinque anni pochi incontri tra i due soggetti»

Lo afferma Sergio Serpente per giustificare le lacune degli anni precedenti. Parco mezzi fatiscente, l’assessore: «In cinque anni pochi incontri tra i due soggetti»

CIVITAVECCHIA – Ha ragione da vendere il sindaco Pietro Tidei quando parla di un parco mezzi (quello di Argo) a dir poco fatiscente.
Ma se il problema è venuto a galla lo si deve anche al lavoro congiunto tra l’assessorato alla Mobilità, coadiuvato dall’assessore Sergio Serpente e dagli uffici della stessa municipalizzata oggi sotto la guida dell’amministratore unico Alfio Lucioni. Un lavoro scrupoloso iniziato con l’insediamento prima della nuova amministrazione, poi dei nuovi vertici della Sot. E che non termina qui. «A breve – ha spiegato l’assessore Serpente – presenterò in Giunta, un progetto redatto con l’ausilio degli uffi di Argo per migliorare la situazione non solo del parco mezzi, ma anche della qualità del servizio offerto ai cittadini. Parliamo infatti di servizi importanti per la viabilità. Occorre invogliare i cittadini a usare i mezzi pubblici». E per farlo si dovrà lavorare anche sui parcheggi di interscambio a via Isonzo, via Tarquinia, via Aurelia sud e al bricchetto.
Senza dimenticare ovviamente che i mezzi di vent’anni fa andranno sicuramente rottamati e sostituiti con autobus nuovi, più idonei alle esigenze della popolazione e che «permetteranno senza ombra di dubbio di risparmiare anche i costi della benzina». Un risparmio di cui Argo potrà beneficiare proprio per il miglioramento del servizio. È vero che si dovrà trovare le risorse economiche necessarie per attuare il piano, ma l’Assessore è ottimista. Soprattutto oggi che tra la municipalizzata e il Comune si è instaurato il dialogo. «Negli anni precedenti – ha spiegato infatti Serpente – non c’era comunicazione tra l’organo di programmazione e controllo e Argo. In cinque anni sono stati effettuati pochi incontri tra i due soggetti. Una carenza di dialogo che ha portato a questa situazione di inefficienza. Ma ora le cose sono cambiate. Dal mio insediamento ogni settimana il mio Assessorato e gli uffici della Sot si tengono in contatto per monitorare la situazione e studiare un piano di riqualificazione del servizio».

ULTIME NEWS