Pubblicato il

Concessione balneari, no di Ladispoli alla proposta del ministro Gnudi

LADISPOLI – “Siamo veramente preoccupati per il futuro delle numerose aziende locali balneari e saremo al loro fianco”. Con queste parole il vicesindaco e assessore alle Risorse del mare e della costa e alle Politiche ambientali, Giorgio Lauria ha commentato la notizia della proposte da parte del Governo Monti di un decreto a favore dell’evidenza pubblica anche per le imprese balneari già titolari di concessioni demaniali. “Moltissime delle aziende balneari di Ladispoli – ha proseguito Lauria – in questi ultimi anni hanno realizzato dei significativi investimenti sia da un punto di vista strutturale quanto per la erogazione di servizi di maggiore qualità. Ora tutto questo rischia di essere messo a repentaglio dalla proposta del Ministro Gnudi. Da parte nostra prenderemo tutte le iniziative opportune e ci affiancheremo a tutte le proposte di intervento che le imprese interessate e i sindacati di categoria stanno mettendo in campo per scongiurare l’iniziativa del Ministro Gnudi. Un provvedimento che, come illustrato dallo stesso Ministro nei giorni scorsi, prevede, per l’appunto, l’evidenza pubblica senza alcuna garanzia per le attuali imprese balneari”. “Con questo intervento – ha detto il sindaco Crescenzo Paliotta – si rischia di produrre un gravissimo danno e la fine di un circuito di imprese balneari presenti nel nostro tratto di arenile che hanno occupato e continuano ad occupare un ruolo centrale per l’economia e per il turismo della nostra città”.

ULTIME NEWS