Pubblicato il

Tarquinia, progetto artistico-educativo tra il centro “Luigi Capotorti” e l’associazione La Lestra

Il consigliere comunale Gentili: «I giovani con limitazioni fisiche e verbali potranno raccontarsi attraverso la pittura»

Il consigliere comunale Gentili: «I giovani con limitazioni fisiche e verbali potranno raccontarsi attraverso la pittura»

TARQUINIA – Partito giovedì un progetto artistico a fine educativo per i giovani diversamente abili del centro socio-riabilitativo “Luigi Capotorti” di Tarquinia. L’iniziativa coinvolgerà l’associazione culturale La Lestra e la cooperativa sociale Alice. Gli operatori della cooperativa (Alice, Claudia Astolfi e Irene Paparozzi), e gli artisti dell’associazione La Lestra (Veronica Cecchini, coordinatrice del gruppo, con Sonia Da Prada, Angelo Paladini, Donatella Passeri, Teresa Moriconi, Sandra Carloni, Amerigo Blasi, con la supervisione di Antonietta Olga Cappellini), lavoreranno insieme ai ragazzi e alle ragazze per creare quadri da esporre in una mostra. «Il laboratorio permetterà di coniugare aspetti educativi ed espressivi attraverso la stimolazione della creatività.  – dichiara il consigliere comunale e presidente del centro “Luigi Capotorti” Marco Gentili – L’obiettivo del progetto è di dare la possibilità ai giovani con limitazioni fisiche e verbali di raccontarsi e comunicare mediante forme alternative di comunicazione come il linguaggio pittorico. La produzione di tali lavori consentirà inoltre di trarre una forma di loro soddisfazione personale, migliorando così i livelli di motivazione e lo stimolo allo svolgimento di attività ricreative e di socializzazione». «Ringraziamo il consigliere comunale Gentili per aver creduto in questa iniziativa. – affermano i membri ed il presidente Luigi Gentili dell’associazione La Lestra – Condividiamo le sue parole e ci sentiamo onorati per essere stati scelti a svolgere un’attività così altamente qualificante. Al primo posto verrà “il fare e creare insieme” caratterizzato dalla reciprocità in uno scambio di conoscenze, nutrito dalla ricchezza delle risorse umane e creative di tutti i soggetti coinvolti in questa esperienza». 

ULTIME NEWS