Pubblicato il

Unisan, licenziamento per 14 lavoratori

LO ANNUNCIA IL CONSORZIO DI COOPERATIVE SOCIALI CHE GESTISCE I CENTRI EX ANNI VERDI Sei persone sono i dipendenti del centro Boggi di Santa Severa

LO ANNUNCIA IL CONSORZIO DI COOPERATIVE SOCIALI CHE GESTISCE I CENTRI EX ANNI VERDI Sei persone sono i dipendenti del centro Boggi di Santa Severa

SANTA MARINELLA – Ora è certo. I dipendenti che alcuni giorni fa erano stati avvertiti che probabilmente sarebbero stati messi licenziati, da oggi lo sono effettivamente. A dirlo è l’Unisan, il Consorzio di cooperative sociali che ha in gestione i centri ex Anni Verdi che da assistenza ai portatori di handicap. In una nota emessa venerdì e inviata alla Regione Lazio, alle unità Sindacali e alle Rsa aziendali, i responsabili del Consorzio rendono noto che è stata avviata la procedura per la messa in mobilità e il licenziamento collettivo di 14 unità lavorative. «La risoluzione del rapporto di lavoro si rende necessario in quanto la Unisan ha affittato il ramo d’azienda della Ri.Rei – dicono i responsabili Unisan in una nota – ed avendo constatato gli alti costi di gestione e i ricavi ottenuti, non ritiene più possibile mantenere le unità lavorative in essere. I continui e consistenti tagli attuati dalla Regione Lazio, avevano portato la Ri.Rei. al ricorso alla cassa integrazione per 46 lavoratori. Purtroppo, l’abbattimento della spesa sanitaria regionale, ci costringe a diminuire le prestazioni ai pazienti, e il numero dei portatori di handicap da assistere che hanno creato una diminuzione dei compensi. Inoltre va considerato che siamo stati esclusi da alcune gare per l’attività domiciliare che ci costringono ad una ulteriore diminuzione di lavoratori». «Pertanto la Unisan – contrinua il comunicato – a fronte di questi nuovi negativi scenari, determinati dai provvedimenti regionali, ha dovuto intraprendere una ulteriore ristrutturazione aziendale con la conseguenza dei licenziamenti, per eliminare le passività di bilancio». «Purtroppo – conclude la nota – dal punto di vista tecnico-organizzativo non si ravvisano misure alternative al licenziamento e quindi ci vediamo costretti a tagliare 14 lavoratori dai diversi centri gestiti da noi di cui sei a Santa Severa».

ULTIME NEWS