Pubblicato il

Eccellenze a scuola sfilano per il premio Cuffaro

Eccellenze a scuola sfilano per il premio Cuffaro

S. MARINELLA. La cerimonia di premiazione si è svolta giovedì presso la sala conferenze dell’istituto delle Suore del Carmelo Riconoscimenti ad Annalisa Diddoro, Paolo Di Francesco e Christina Jaseph 

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Si è svolta giovedì presso la sala conferenze dell’Istituto delle Suore del Carmelo, la cerimonia di premiazione della quinta edizione del «Premio Ferdinando Cuffaro», che vede ogni anno cimentarsi in un argomento scelto tra i tre proposti dalla commissione, i migliori studenti segnalati dalle singole scuole ma residenti a Santa Marinella.
Si tratta di giovani che hanno superato l’esame di maturità con voto finale elevato e quelli che hanno conseguito la licenza media. Tre gli argomenti trattati dagli studenti, tra i quali la disoccupazione giovanile che per vari motivi ha raggiunto livelli piuttosto elevati. E’ stato chiesto ai ragazzi anche come pensano di  affrontare il mondo del lavoro, conciliando le possibilità di offerta con le loro  ambizioni, il significato della parola legalità, chi la decide e chi la deve far applicare. Mentre il terzo argomento riguardava il volontariato considerato una risorsa sociale. Un folto pubblico ha invaso la sala e tra loro il professor Lerario, presidente dell’associazione Famiglie Vittime della Strada. Commozione quando la signora Maria Teresa Cuffaro, moglie dello scomparso Ferdinando, ha raccontato una pagina della vita e della generosità di suo marito quando, con il suo intervento ed accollandosi tutte le spese, riuscì a far arrivare in Italia una bambina albanese gravemente ammalata, tanto che i medici le avevano diagnosticato un anno di vita, per farla curare e quindi guarire. Edlira, questo il nome della ragazza, si è laureata e ad agosto si è sposata. Presente anche la commissione giudicatrice formata dalla stessa Maria Teresa D’Ippolito Cuffaro, dalla preside del Liceo Scientifico Galilei Maria Zeno e dai professori Luciano Pranzetti, Anna Maria D’Ippolito, Maria Rosaria De Marco, Anna Maria Nelli, Marina Fiorucci, coadiuvati dalla dottoressa Cristina Perini responsabile della biblioteca comunale. Il delegato alla Cultura Pino Galletti e il professor Lerario hanno consegnato alla Cuffaro una medaglia della Camera dei Deputati. La signora ha poi consegnato i premi che sono stati assegnati agli studenti Annalisa Diddoro (del Liceo Scentifico) e a Paolo Di Francesco e Christina Joseph (della Scuola Media).

ULTIME NEWS